I giornalisti non sono il nemico

17 agosto 2018 Tag:, , , , ,
Questo il titolo di una campagna di sensibilizzazione lanciata nelle ultime ore in America dal "Boston Globe" per contrastare i continui attacchi del Presidente Trump contro giornali e giornalisti. L'appello  a sostegno della libertà di stampa diffuso dai giornalisti del quotidiano di Boston ha trovato immediato sostegno in molti altri giornali nel resto degli Stati Uniti e in breve si è diffuso  in buona parte  del mondo. Del resto l'atteggiamento "poco conciliante" del Presidente Trump nei confronti della stampa era noto da sempre e  dal suo insediamento aveva prodotto numerose e diverse reazioni negli ambienti del giornalismo americano, uno su tutti il nuovo motto adottato dal Washington Post all'indomani dell'elezione di Trump : << democracy dies in darkness >>. L'appello lanciato in un editoriale sulle colonne del quotidiano di Boston  il giorno di ferragosto ha ricevuto in breve l'adesione di oltre 380 testate di informazione americane.   A supportato di questa campagna di sensibilizzazione i giornalisti del Boston Globe riportano nell'editoriale i  risultati di una recente indagine di mercato realizzata dall'istituto di statistica Ipsos dedicata proprio alla comprensione di come gli americani vedano i mezzi di informazione.  Questo il testo integrale dell'appello cui

Giornalismo digitale sotto la Mole

6 agosto 2018 Tag:, , , , , , , , ,
Che tradotto significa: proseguono gli appuntamenti itineranti di digit. Dopo il successo di Roma il nostro festival arriva a Torino il prossimo 5 ottobre. La manifestazione, nata sette anni fa a Firenze, e dedicata alla comunicazione e al giornalismo digitale,  nella sua versione fuori porta approda al Toolbox di Torino, un luogo dedicato alla modernità, alle idee e al lavoro, sede fra le altre cose, di un coworking per giornalisti realizzato dall'associazione Stampa Subalpina, il sindacato dei giornalisti del Piemonte. Dalle 9 alle 19 del 5 ottobre prossimo sul palco della "keynote room" di Toolbox esperti di media, giornalismo, algoritmi,  diritto, lavoro, intelligenza artificiale:  proveranno ad aggiungere qualche tassello alle narrazioni dedicate alla  rivoluzione digitale,  al giornalismo e alla comunicazione che da sempre proviamo a raccontare nei nostri eventi. Per i giornalisti all'ascolto #digitTorino sarà come sempre anche un evento di formazione professionale provvisto di crediti. Nel caso specifico della versione torinese di digit i crediti rilasciati per l'evento ai giornalisti partecipanti saranno di tipo deontologico in tutto 12 suddivisi in:  6 al mattino e 6 al pomeriggio. Per chi, fra i giornalisti,  volesse prenotare un posto per seguire l'evento in

Il lavoro non è una tecnologia

31 luglio 2018 Tag:, , , , , , , ,

Concludiamo per ora e con questo post, il lavoro intrapreso da alcune settimane dal nostro Marco Dal Pozzo sui temi del lavoro e della rivoluzione digitale. Anche questo post, come quello della scorsa settimana,   si basa sul lavoro certosino  di sbobinamento su questi temi specifici estratti da alcuni interventi di studiosi ed esperti che hanno partecipato al recente festival dell'economia di Trento. La scorsa settimana abbiamo raccontato la presentazione in 25 slide dell'economista americano Alan Krueger sugli effetti della tecnologia sul lavoro e in particolare sull'uso sempre più massiccio negli ambiti lavorativi di algoritmi e intelligenza artificiale. Oggi ci vorremmo concentrare sul percorso normativo riguardante "i nuovi / vecchi  lavori in epoca digitale" . Per affrontare questo argomento partiamo dallo sbobinamento realizzato dal nostro associato dell'intervento del professor  Valerio De Stefano al festival dell'economia di Trento che si intitolava proprio : "nuovi lavori, nuove regole?"   .  In un terzo post che sarà redatto sempre da Marco Dal Pozzo nelle prossime settimane metteremo a confronto i risultati prodotti sul pubblico del festival in sala dai due interventi degli studiosi e riportando domande e risposte emerse al termine del dibattito in

Tecnologia e futuro del Lavoro

23 luglio 2018 Tag:, , , ,
Da alcune settimane il nostro Marco Dal Pozzo si sta occupando di gig economy e di nuove occupazioni. Mettendo in relazione il tema degli algoritmi, un tema come sapete a noi molto caro e ampiamente dibattuto su queste colonne negli ultimi mesi, con le tematiche del lavoro, lo studioso abruzzese  sta provando a ipotizzare alcuni possibili scenari in cui ci potremmo molto presto trovare a vivere. Davanti a noi abbiamo un futuro (meglio dire un presente?) in cui sappiamo con certezza che il lavoro, così come è stato lungamente inteso da tutti noi, è destinato a mutare forse per sempre, e di conseguenza il rapporto dell'uomo con l'occupazione e il proprio sostentamento e la propria indipendenza e anche la propria dignità, sono destinati ad essere messi in discussione e a mutare radicalmente. Non a caso in Paesi diversi del mondo la politica sta ragionando su temi come questi: ad esempio l'Italia ha introdotto concetti come il "reddito di inclusione", oppure il "reddito di cittadinanza". Fuori da qualsivoglia polemica di stampo politico, il tema del lavoro e di come mantenere la propria dignità e contemporaneamente mantenersi a galla e sfamare

Master della Scuola di giornalismo Walter Tobagi. Previste borse di studio. Iscrizioni entro il 31 agosto.

16 luglio 2018 Tag:,
Sono aperte le iscrizioni al nuovo biennio del master in giornalismo della Scuola Walter Tobagi, Università degli Studi di Milano. Il master ha valenza di praticantato e permette l'accesso all'esame di Stato: 30 posti disponibili, 6 borse di studio.   Requisiti:  laurea  triennale in qualsiasi disciplina con una valutazione non inferiore a 99/110, oltre alla conoscenza della lingua inglese.   Il corso si svolgerà dal 22 ottobre 2018 al 12 ottobre 2020 presso il Polo di Mediazione Interculturale e Comunicazione, piazza Indro Montanelli 1, Sesto San Giovanni (Milano).   Il percorso formativo prevede 600 ore di didattica frontale, 30 ore di laboratori, 1.400 ore di attività di praticantato e 800 ore di stage presso redazioni giornalistiche per complessivi 5 mesi nell’arco del biennio.   Sono previste: - 3 borse di studio pari a € 14.000,00 ciascuna da corrispondere sotto forma di esenzione dal pagamento del contributo di iscrizione, due delle quali offerte da Confimprese e Ordine dei giornalisti della Lombardia; - 3 borse di studio pari a € 7.000,00 ciascuna da corrispondere sotto forma di esenzione parziale del contributo di iscrizione. Le borse saranno attribuite per merito ai primi 6 studenti della graduatoria finale.     Bando: qui Info : giornalismo@unimi.it   -  02.50321731 / 02.50321734 Entro il: 31 agosto 2018 Link: qui