Tutti i vecchi media aprono blog, ma pochi li usano per informarsi

| 23 maggio 2008 | Tag:, ,

Prima tabella Un’ analisi di eMarketer – Anche gli stessi giornalisti usano i blog più per ascoltare l’ opinione pubblica o controllare la concorrenza, che come fonti di informazione

———-

E’ difficile oggi trovare qualche testata giornalistica che non abbia un blog tanto che in Usa, fra I servizi interattivi offerti dai siti web dei primi 100 giornali e riviste, i blog si piazzano al primo posto e così i commenti dei lettori ai blog stessi. Lo rileva una ricerca compiuta da The Bivings Group, secondo cui il 95% dei grandi quotidiani americani offrono blog (erano l’ 80% in 2006), mentre sono 58 fra le prime 100 riviste quelle che ne hanno uno.

Un’ altra ricerca, compiuta da Prospero Technologies alla fine del 2007 – spiega un articolo di eMarketer –  ha rilevato che il 78% delle imprese editoriali Usa che usano i social media, includono i blog per le loro redazioni. E’ la “voce” più importante nella classifica, sopra i forum, i feed RSS e gli avvisi per i clienti.

Ma, sebbene molte vicende di attualtà siano partite dai log – per esempio lo scandalo che aveva investito Dan Rather nel 2005 – i giornalisti usano i blog non tanto come piattaforma per le notizie, quanto come mezzo per comunicare con i lettori e controllare la concorrenza.

In una ricerca sui giornalisti Usa condotta da  PR Week, PR Newswire and Millward Brown, il 57.7% degli interpellati hanno detto di esare i blog per tastare il polso dell’ opinione pubblica, e il 51% per valutare come gli altri giornalisti stanno coprendo dei fatti. Una percentuale inferiore – meno del 30% – usano invece i blog come fonti (tabella in alto).  

Tabella 2 Un’ altra ricerca conferma la relativamente scarsa considerazione dei blog come media di informazione specifica. Una ricerca condotta da Synovate per la Marin Association of REALTORS ha trovato ad esempio che solo il 3.9% dei cittadini americani adulti consulta i blog come fonte di notizie. Questo dato li pone quindi in coda alla classifica, come si vede dalla tabella qui sopra.

Analogamente, anche una Ricerca del Pew Center for the People and the Press (tabella sotto) piazza i blog sull’ informazione in basso all’ elenco delle fonte di notizie consultate regolarmente dagli americani, poco prima dello show del commentatore radiofonico conservatore Rush Limbaugh.

Un’ analisi più ampia dell’ uso dei blog è contenuta nel Rapporto die Marketer, The Blogosphere: A Mass Movement from Grass Roots.

Tabella 3

I commenti sono chiusi.