Pubblicità: a Google il 33% dell’ online nel 2013 (per Fb solo il 5,4%)

| 3 Settembre 2013 | Tag:, , , , , ,

Google1

Nel 2013 Google divorerà quasi 1/3 dell’ intera torta della pubblicità online.

 

Lo indica uno studio realizzato da eMarketer, secondo quanto riporta Tagliarbe sul suo blog.

 

La proiezione, come si vede nella tabella qui sotto,  parla di 38,62 miliardi di dollari (ovvero il 32,84%), su un mercato globale di 117,6 miliardi. Facebook si dovrà “accontentare” del 5,41%, con una fettina da “soli” 6,36 miliardi di dollari. Seguono distanziati altri 2 nomi che han fatto la storia di Internet, ovvero Yahoo! (3,50 miliardi – 2,97%) e Microsoft (2,92 miliardi – 2,49%).

 

La situazione – sottolinea Tagliaerbe – è addirittura più marcata per quanto riguarda il mobile:

 

Qui Google si mette in tasca più della metà delle revenue (53,17%), mentre Facebook – in fortissima crescita rispetto al 2012 – il 15,80%. In altre parole, i 2 brand assieme arrivano al 69% di tutta la pubblicità che transiterà sui dispositivi mobili nel corso del 2013. Interessante infine notare che la voce “Altri” si è più che dimezzata dal 2011 a oggi, segno che sul palco dell’advertising mobile c’è spazio per sempre meno attori.

 

Google2

 

Come già ribadito più volte su questo blog, se è vero che vengono dirottati sempre più soldi sulla pubblicità online, è anche vero che la stragrande maggioranza di questi soldi finisce nelle mani di pochi, anzi pochissimi soggetti.

Fra questi non ci sono sicuramenti gli editori, men che meno gli editori “di qualità” o “di nicchia”, che – se utilizzano AdSense – prendono solo le briciole che cadono dalla tavola di Google (e non prendono manco mezzo euro da Facebook, che – almeno ad oggi – non ha ancora un programma di remunerazione pubblicitaria per editori online simile a quello di Google).

Print Friendly, PDF & Email

Leggi anche:

  • Visti e sentiti nel 2021 (prima parte) Eccoci arrivati come ogni anno agli articoli di riepilogo di fine stagione. Una summa veloce e senza fronzoli - o forse con ? - del meglio del meglio dell'anno appena trascorso, qui, alle […]
  • Televisione liquida, 5G e algoritmi Torniamo ad occuparci come promesso di giornalismo e dei temi della rivoluzione digitale così come sono stati ben definiti nel pieno dell'estate che ora volge al termine nelle relazioni […]
  • Pubblicità in stile Facebook Lo stile Facebook diventa linguaggio pubblicitario. Lo dimostra questo manifesto che pubblicizza in Francia una catena di negozi specializzati in prodotti culturali legati in […]
  • Digit2013, attrezzi per giornalisti online Mentre in un gran fragore di grancassa il giornalismo analogico arranca senza meta aggrappandosi al web come ultima risorsa di sopravvivenza, a Firenze, il 16 e 17 settembre, il […]
  • Generazione tik tok (prima parte) Partendo dai tik tokers, e andando a ritroso fra instagrammers,  followers, o "semplici", web surfers; potremmo scoprire e scoprirci digitali, molto digitali. Molto più digitali di quanto […]

I commenti sono chiusi.