Un miliardo di utenti per Facebook in agosto grazie ai paesi emergenti

| 14 Gennaio 2012 | Tag:, , ,

Facebook raggiungerà un miliardo di utenti nel prossimo agosto grazie allo sviluppo impetuoso dei social network nei mercati emergenti. La proiezione è di un’ azienda di marketing digitale Americana, la iCrossing.

Anche se la crescita nei paesi sviluppati ha rallentato, l’ azienda segnala il ruolo determinante dei paesi emergenti, che registrano una crescita esponenziale degli utenti.

Attualmente FB ha 800 milioni di utenti, più della metà dei quali sono attivi almeno una volta al giorno. In paesi come India e Brasile gli utenti sono aumentati rispettivamente da 22 a 36 milioni e da 13 a 30 milioni negli ultimi 9 mesi.

Si tratta di nazioni con milioni di utenti potenziali. In India infatti gli utenti su Facebook sono solo il 3% della popolazione e in Brasile il 16% (contro il 49% degli Stati Uniti e il 47% del Regno Unito). E quindi rappresentano un grosso bacino di utenti potenziali.

(via Memeburn.com)

Print Friendly, PDF & Email

Leggi anche:

  • Disobbedienti si diventa Bentrovati per la lettura della seconda parte della nostra scheda dedicata al saggio di Nicola Zamperini edito per Castelvecchi che si intitola "Manuale di disobbedienza digitale".  Prima […]
  • Sulla disobbedienza Dentro la società degli algoritmi ci siamo, volenti o nolenti. E visto che non possiamo starne fuori allora conviene almeno provare ad essere critici, non assecondare le macchine in tutto […]
  • Come si informano i giornalisti di domani? La risposta a questa tutt'altro che scontata domanda  provano a darsela proprio i giornalisti di domani. Gli studenti del corso di Linguaggio Giornalistico del Prof. Raffaele Fiengo, uno […]
  • Mídia NINJA: il giornalismo alternativo dei movimenti di protesta in Brasile   Un nuovo fenomeno mediatico è emerso in Brasile in  seguito alle proteste di massa che si stanno diffondendo nel paese da giugno. Il collettivo di informazione  Mídia NINJA, […]
  • Internet e i giornalisti del futuro: tutti sui social, tramontano i blog Le nuove leve di giornalisti hanno un profilo tecnologico analogo a quello dei più anziani: se per questi ultimi si poteva dire ‘’non geek ma neppure tecnofobi’’, per i praticanti delle […]

I commenti sono chiusi.