Paranaoia, Anonymous sfida Wikileaks, giudicato ‘’troppo lento’’

| 21 luglio 2012 | Tag:, , , , , , ,

Par:AnoIA, è il nome del nuovo progetto lanciato dagli hacktivisti che operano sotto il nome di Anonymous e che starebbe per diffondere 40 gigabytes di notizie riservate.

 

Si tratta – secondo net1 – di un progetto analogo a Wikileaks, che, agli occhi dei membri di Anonymous, avrebbe perso lo smalto delle origini, diventando lento nella pubblicazione.

 

 

 

 

Par:AnoIA (Potentially Alarming Research: Anonymous Intelligence Agency) ha l’ obiettivo di rilanciare ed estendere il lavoro sin qui svolto da Wikileaks. Infatti, secondo membri dell’ organizzazione, il sito fondato da Julian Assange avrebbe perso lo smalto delle origini: “Parte della motivazione che ha portato alla costruzione del portale – spiega un membro dell’Anonymous Intelligence Agency secondo quanto riporta Cubadebate – è la lentezza con la quale Wikileaks aggiorna il proprio portale”.

 

Il nuovo portale, che si configura come un diretto concorrente per la piattaforma fondata da Julian Assange, vuole accelelare i tempi – spiega net1 -, rendere fruibile nel minor tempo possibile tutte quelle notizie “scottanti” che saranno raccolte. Con le informazioni scaricabili anche attraverso file torrent. Un sistema che, secondo gli ideatori, dovrebbe permettere maggiore facilità di accesso e condivisione delle notizie e dei dati riservati che saranno resi di pubblico dominio.

 

I membri di Anonymous, inoltre, spiegano che l’obiettivo primario del progetto non è quello di cercare scandali. Ma bensì focalizzare l’attenzione su quelle notizie che se divulgate potrebbero rivelarsi importanti per il  benessere dell’intera società. Tra i primi leak rilasciati da Paranoia, vi sono documenti dell’Fbi, mail riguardanti Scientology, documenti dell’ International Atomic Energy Agency riguardanti la sciagura di Fukushima e dati provenienti dall’azienda Innodata.

 

Ma questo è solamente l’ inizio – conclude il sito -, la fase di lancio di un progetto che promette scottanti rivelazioni. Gli attivisti di Paranoia fanno sapere che hanno pronti per la pubblicazione altri 40 gigabytes di dati contenenti informazioni segrete. Comincino a tremare corporation e grandi della Terra.

 

(via Dalle prime battute)

 

 

Leggi anche:

I commenti sono chiusi.