La strada del crowdfunding non è una passeggiata

| 30 maggio 2013 | Tag:, , , , , , ,

Gawker
Gawker,  il sito di Informazione Usa che aveva lanciato una campagna di crowdfunding per acquistare un video che conterrebbe le prove per incastrare in maniera inequivocabile il sindaco di Toronto,  Rob Ford, ripreso mentre fuma qualcosa che dovrebbe essere crack, ha raggiunto il traguardo dei 200.000 dollari necessari, ma ha perso i contatti con chi aveva in custodia il filmato.

Lo segnala Slog.thestranger, citando  Slate.

 


Su Gawker, John Cook, che segue la vicenda ha lanciato un appello a chi possiede il video a farsi vivo:

Vi prego di mettervi in contatto con il nostro comune amico, o con me a john@gawker.com . Abbiamo fatto tutto quello che avete chiesto.

Nel caso il video non dovesse materializzarsi, Gawker comunque verserà in beneficenza la somma raccolta.

 

Nel giornalismo può capitare, in casi molto delicati, di perdere i contatti con le fonti, osserva Paul Constant su Slog, ma non sarà facile spiegarlo a persone che hanno donato decine o centinaia o addirittura migliaia di dollari per questa campagna, e che probabilmente in una prossima occasione ci penseranno dieci volte prima di fare altre donazioni. Gawker, insomma, rischia di essere umiliato pubblicamente. Probabilmente per questo genere di cose il crowdfunding non è un buon strumento.

 

 

I commenti sono chiusi.