E’ partita Etalia, la piattaforma per fare, leggere e condividere

| 19 ottobre 2013 | Tag:, , ,

etaliaÈ iniziata ufficialmente l’ avventura di Etalia che dopo una lunga gestazione e una Beta privata ha lanciato ufficialmente al pubblico la sua piattaforma per la pubblicazione, la condivisione e la diffusione di contenuti informativi. Ma di cosa si tratta ?

 

Etalia è una piattaforma che permette agli utenti di consultare e condividere notizie provenienti da molteplici fonti editoriali, costruire giornali personalizzati aggiornati in tempo reale e pubblicare a sua volta contenuti e news, creando da zero nuove testate digitali. Il modello di business su cui si basa il progetto dovrebbe permette a tutti gli utenti di vedere remunerata la propria attività.

 

Ogni utente di Etalia ha la possibilità di creare giornali personalizzati includendo i contenuti provenienti dalle sue fonti perferite. Le pagine si aggiorneranno in tempo reale per includere di volta in volta i nuovi contenuti che rispondono ai criteri selezionati dall’utente. I giornali creati possono essere a loro volta condivisi con gli altri utenti della piattaforma, gratuitamente o a pagamento, valorizzando così l’attività di curation delle notizie svolta dal singolo.

 

All’indirizzo www.etalia.net è possibile registrarsi gratuitamente e cominciare a utilizzare tutti i servizi offerti della piattaforma. Etalia ha anche una funzionalità di Redazione, che permette di creare un team  di lavoro coinvolgendo altri utenti e assegnando loro ruoli e compiti specifici. Gli strumenti a disposizione dell’utente di Etalia permettono anche la vendita dei contenuti con modalità personalizzabili: è possibile vendere un singolo contenuto, al prezzo definito dall’utente che lo ha pubblicato, oppure un intero Journal in abbonamento, per il periodo di tempo desiderato.

 

Tutti i ricavi generati dalla pubblicità associata ai contenuti e ai Journal pubblicati sulla piattaforma vengono ridistribuiti tra gli utenti coinvolti nel processo di valorizzazione dell’informazione, riservando una quota maggioritaria agli autori, ma remunerando anche chi ha contribuito a diffondere i contenuti con la propria attività di curation. Tutte le transazioni sulla piattaforma avvengono in crediti Etalia, una moneta virtuale che può essere acquistata direttamente on line. Ogni utente riceve i crediti ricavati dalla pubblicità e dalla vendita dei contenuti sul proprio conto economico, che può consultare in qualsiasi momento; raggiunta la soglia prefissata, può convertirli in denaro.

Etalia è stata fondata a Lugano da Nicola Alex Tateo e Aldo Daghetta, giovani imprenditori italiani, sostenuti da investitori italiani e svizzeri che hanno creduto sin dall’inizio nel progetto.

 

(v. p.)

Leggi anche:

I commenti sono chiusi.