Usa, continua il declino dei lettori di giornali, ma anche le tv preoccupano

| 20 ottobre 2012 | Tag:, , , , ,

Nell’ era digitale i quotidiani continuano a soffrire, anche se un recente studio del Pew Research Center segnala che anche l’ informazione televisiva è particolarmente vulnerabile rispetto alla rivoluzione numerica.

La percentuale degli americani che seguono l’ informazione sulla tv locale è infatti calata dal 54% del 2006 al 48% di oggi. Ma quello che preoccupa maggiormente – spiega il Chicagotribune  – è il progressivo invecchiamento degli spettatori delle reti radiotelevisive tradizionali.

 

Nella fascia d’età 18-29 anni le persone che solitamente seguono I tg e le news locali è calato dal 42% al 28% e la situazione nel settore della tv via cavo non è migliore. Il numero degli ultrasessantacinquenni che seguono regolarmente l’ informazione sulle tv via cavo è il doppio di quello di coloro che hanno meno di 30 anni (il 51% contro il 23%).
La CNN è stata particolarmente colpita. Mentre l’ audience di Fox News e MSNBC  è rimasta pressoché stabile, il numero di americani che guarda la CNN è calato dal 24% del 2008 al 16% di oggi.

 

I problemi delle reti televisive, secondo il Rapporto del Pew, impallidisce comunque rispetto a quelli dei quotidiani.

 

Negli ultimi 10 anni il numero di americani che legge regolarmente un giornale è precipitato dal 41% al 23%, un calo molto più drammatico rispetto a quello registrato nel campo dei libri e dei magazine.

 

Leggi anche:

I commenti sono chiusi.