Book Saver, il digitalizzatore di libri

| 22 febbraio 2011 |

Book-saverE’ stato presentato al Consumer Electronics Show di Las Vegas e per ora il modo più rapido e conveniente per digitalizzare romanzi, libri di testo o periodici e salvarli direttamente su una memory card – Tutti gli scanner in circolazione sono in grado di trasformare in digitale le pagine di un libro, ma Book Saver lo fa sicuramente meglio e senza scomodare il computer

—–

(a. f.) – Qualcuno lo ha chiamato ebook-killer, ma forse è una definizione eccessiva.

E’ il Book Saver, uno strumento per digitalizzare pubblicazioni in formato cartaceo presentato nel corso del Consumer Electronics Show di Las Vegas.

Il Book Saver, nato sull’onda del crescente interesse del pubblico nei confronti di e-reader ed e-book, rappresenta il modo più rapido e conveniente per digitalizzare romanzi, libri di testo o periodici e salvarli direttamente su una memory card. Attraverso un unico strumento, dunque, sarà possibile rendere la nostra polverosa biblioteca in cellulosa compatibile con gli e-reader di ultima generazione.

Tutti gli scanner in circolazione sono in grado di trasformare in digitale le pagine di un libro, ma Book Saver (di Ion) lo fa sicuramente meglio e senza scomodare il computer. Si compone di due fotocamere in grado di scattare immagini in rapida successione e di una “culla” su cui poggiare il libro aperto in modo da ottenere una resa omogenea delle pagine. I tempi di realizzazione dell’operazione sembrano interessanti: due pagine in un secondo!

C’è da giurarci che le prestazioni sono destinate a migliorare, anche in considerazione del fatto che allo stato attuale lo strumento non sembra effettivamente comodissimo.

Ma è quanto basta per far preoccupare quegli editori che hanno visto nella lettura digitale un nascente business su cui investire: basti pensare a quello che la masterizzazione ha comportato per l’industria musicale.

I commenti sono chiusi.