I digital games come strumenti di lavoro giornalistico

| 18 novembre 2007 |


Le tecniche dei videogiochi possono essere utilizzate per illustrare vicende molto complesse – Gli studi del sito Games4Change e i timeline del progetto SIMILE del MIT

———

Nel lavoro giornalistico si possono usare anche le tecniche dei videogiochi. Molto utili quando si tratta di illustrare vicende molto complesse come, ad esempio, l’ attentato al presidente Kennedy.

E’ una nuova possibilità che viene ipotizzata nel mondo del giornalismo americano nel tentativo di utilizzare tutte le chances che le nove tecnologie digitali offrono.

Ne parla ad esempio in questi giorni NU-Access , il blog di News University , uno dei più innovativi programmi di training giornalistico online.

NU-Access fa riferimento, in particolare, a Games for Change (G4C), un sito che fornisce supporto, visibilità e risorse per organizzazioni e individui che utilizzano I giochi digitali per il cambiamento sociale. Si tratta della prima comunità in cui si sperimentano programmi di giochi digitali in relazione ai principali problemi sociali del nostro tempo, come la povertà, la razza e l’ ambiente.

I giornalisti – spiega NU-Access – possono imparare da questi giochi a raccontare delle vicende e spiegare ai lettori/utenti/spettatori delle questioni particolarmente complesse.

Per rendersi conto di cosa si tratta si può analizzare qualcuno dei digital games presentati da Games for Change (G4C) o i timeline realizzati dal progetto SIMILE del MIT.

Per esempio l’ attentato a JFK oppure la vita di Monet.
:

Leggi anche:

I commenti sono chiusi.