Fare giornalismo con la poesia

| 26 Aprile 2014 | Tag:, , , ,

PoesiaSi può fare giornalismo con la poesia o poesia col giornalismo? Insomma giornalismo poetico o poesia giornalistica?

 

Björn Rudberg (brudberg) , un fisico svedese (vive e lavora a Stoccolma), invita a provarci ricordando che, quando era piccolo, sui giornali del suo paese ogni giorno veniva pubblicata una breve poesia  (dagsverse, versetti quotidiani) che, di solito in rima, faceva da commento a qualche avvenimento.  E spesso i versi del giorno erano accompagnati da un disegno.

 

Una pratica – spiega Rudberg sul blog dVerse-Poets-Pub – diffusa soprattutto sui giornali dei paesi nordici e che, nel mondo anglosassone, si ritrova sulla famosa rivista satirica inglese Punch (ma che è stata usata frequentemente anche nel giornalismo satirico italiano*).

 

Rudberg pubblica come esempio una poesia-commento di un suo amico poeta, Sumana Roy: una poesia, di tono alto a nostro parere. Un componimento non in rima ma basato sul meccanismo dei palindromi, che in questo caso funziona molto bene.

 

Eccola:

 

Poesia2

 

Proviamo a tradurla così:
 
Non-esistente e instabile Reame
Illusione è Regina
Sinistra è destra e destra sinistra
Confusione politica
Entrata negata
Specchio
Negata l’ entrata
Politica della confusione
Sinistra destra e destra è sinistra
Regina è illusione
Reame instabile e non-esistente

 

Due giorni fa Rudberg ha invitato i lettori del blog a provare a scrivere delle poesie giornalistiche e a mandarle al blog.

 

Può essere una buona idea – spiegava – usare umorismo e/o ironia, o anche la cifra satirica mentre forme come la filastrocca possono essere eccellenti.

 

In due giorni ne sono arrivate una trentina. E, attraverso i commenti, si è sviluppata una intensa conversazione.

 

Si possono leggere qui.

 

poesia3*La famosa poesia di Pier Paolo Pasolini sui fatti di Valle Giulia pubblicata dall’ Espresso e al centro di furiose polemiche, era destinata alla rivista letteraria Nuovi Argomenti .

 

Il settimanale – spiegò poi lo scrittore – l’ aveva ripresa integralmente in maniera  ‘’proditoria’’,  aggiungendo: ‘’io avevo dato il mio consenso solo per qualche estratto’’.

 

Print Friendly, PDF & Email

Leggi anche:

  • Un altro anno di Lsdi (Auguri di Natale) Buongiorno, e buon Natale. Anche noi proviamo a prenderci una breve pausa per le feste, e come accade da qualche anno, mettiamo un piccolo stop alla quotidianità, e affidiamo i nostri […]
  • Per chi studia giornalismo Una lunga ma anche breve storia di tweet. Una sequenza di segnalazioni che proveremo  ad approfondire un poco mettendoli uno accanto all'altro. Per onorare con un piccolo tributo uno […]
  • Gli altri protagonisti di #digitTorino Tutto pronto per il 5 ottobre in via Agostino da Montefeltro sede del Coworking per giornalisti Pressbox recentemente aperto dall'Associazione Stampa Subalpina nei locali di ToolBox […]
  • Crozza e i giornalisti: l’informazione in Italia diventa oggetto di satira La prima puntata di Fratelli di Crozza, il nuovo programma televisivo di Maurizio Crozza che segna il suo trasferimento a Nove, il canale sul digitale terrestre di Discovery channel, ha […]
  • Profezie spagnole Prendiamo spunto quest’oggi da un articolo del nostro archivio del 2014. Si tratta di una riflessione, a dir poco, profetica, scritta da un grande giornalista spagnolo,  Miguel Ormaetxea. […]

I commenti sono chiusi.