Internet nuovo campo di battaglia nella guerra della droga in Messico

| 4 novembre 2011 |

Zeta
Un video ispirato da Anonymous, il network di attivisti hacker che ha promesso di denunciare quanti collaborano con Zeta, uno dei principali cartelli messicani del traffico di stupefacenti, ha preso di mira un ex alto magistrato dello stato meridionale di Tabasco.

Il gruppo ha bloccato il sito web realizzato per promuovere Gustavo Rosario, ex procuratore generale dello stato di Tabasco, con una scritta ‘’Gustavo Rosario è Zeta’’ contro uno sfondo con i temi di Halloween, firmandosi Anonymous Mexico.

Internet – racconta il Guardian – è diventato un nuovo campo di battaglia nella guerra della droga in Messico, in cui vari cartelli si combattono sanguinosamente per il controllo del mercato mentre dal 2006 il presidente Calderon ha lanciato una ‘’guerra’’ in cui più di 40.000 persone sono state uccise.

In alcune aree del paese i media sono troppo deboli per poter coprire correttamente quello che accade e si limitano spesso a contribute anonimi lasciati sui social media.

L’ annuncio in cui Anonymous minacciava di denunciare i componenti del cartello Zeta era stato fatto in un video ai primi di ottobre da un uomo che indossava una maschera. La campagna è stata lanciata anche per ottenere la liberazione di un aderente ad Anonymous sequestrato nello stato di Veracruz. “Avete fatto un grande errore prendendo uno di noi’’, aveva detto il portavoce del gruppo.

I commenti sono chiusi.