Il Newsmaster, un nuovo mestiere

| 26 settembre 2008 | Tag:

out-36.jpg E’ la persona in grado di filtrare e di selezionare le notizie più rilevanti su uno specifico argomento e per un determinato target di pubblico – Una funzione che sarà sempre più vitale visto che Internet è così vasto che trovare ciò di cui hai bisogno è diventato estremamente difficile – Una sorta di disc-jokey delle notizie che usa un Newsradar per scandagliare la rete e cercare informazioni precise e pertinenti, che vadano al di là della generica “freddezza” degli aggregatori automatici

———-

Internet è così vasto che trovare ciò di cui hai bisogno è diventato estremamente difficile. Le ricerche su Google, anche se ben raffinate, possono produrre centinaia di migliaia di risultati.

Con la quantità di notizie e di informazioni che ci arrivano ogni giorno, questo è uno spazio che si dovrà riempire per forza. Nel prossimo futuro avere qualcuno in grado di filtrare e di selezionare le notizie più rilevanti su uno specifico argomento e per un determinato target di pubblico sarà di importanza vitale.

E’ il Newsmastering questa nuova professione, che consiste nel filtrare, raccogliere, selezionare le notizie altamente specializzate relative a uno specifico argomento dal caos delle informazioni che saturano Internet ogni giorno e proporle in un feed RSS ad un determinato target di pubblico.

E un Newsradar è un insieme di tanti feed RSS focalizzati su uno specifico argomento.

Così lo ha definito Robin Good – editore online ed esperto di comunicazione nei new media – in un suo recente articolo su Masternewmedia, "Pubblicare news online: Newsmastering e Newsradar – Cosa sono e come usarli".
 
Ho scelto questo nome – spiega Robin – per descrivere il fatto che un feed del genere scandaglia Internet alla ricerca di notizie rilevanti su uno specifico argomento e ti consente di tenere traccia, di monitorare qualsiasi argomento, prodotto, evento persona o brand che viene citato su Internet (anche quando sul sito non è disponibile un feed RSS).

Anche se "non è facile, perché richiede del tempo per essere impostato e una buona conoscenza dell’argomento che si vuole monitorare", "chiunque può creare un newsradar. Per farlo si può utilizzare un qualsiasi software o servizio web che consente di filtrare e aggregare tanti feed RSS in uno solo. Ciò significa -aggiunge Robin Good – che dallo stesso strumento non solo si ha la possibilità di sottoscrivere e mixare tanti feed RSS, ma anche la possibilità di essere come un disk jockey delle notizie capace di selezionare, ordinare remixare le news più rilevanti per uno specifico settore di interesse".

Robin Good, che aveva elaborato queste idee già nel 2004 (vedi qui e qui qui ), descrive alcuni degli strumenti più diffusi che possono essere utilizzati, come Google Reader , BlogBridgeMySyndicaat , e si sofferma ancora sul lavoro di Newsmastering.

Chi è il Newsmaster

C’è bisogno di qualcuno in grado di gestire tutta questa marea di informazioni. I motori di ricerca, le directory e i blogger non sono più sufficienti.

C’è bisogno di un approccio organizzato su più livelli, un approccio che coinvolga più persone all’interno del team che consenta di gestire il sovraccarico di informazioni per riuscire a creare un flusso di news altamente focalizzato.

Come ha spiegato Stephen Downes, aggiunge Good, :

"il meccanismo a più livelli funziona perché tutto il peso dell’opera di filtraggio non si concentra su un unico individuo o su una singola risorsa.
Ciò significa che le singole persone possono lavorare senza la necessità di un controllo centrale. L’unico requisito funzionale è di essere aperto e disponibile verso gli altri componenti del gruppo di lavoro.
Quello che il formato RSS ha di buono è che permette alle persone facilmente di trovare, filtrare e passare oltre. Questo è quello che ha sempre fatto.

La Rete può e farà il resto."

Il Newsmaster è una sorta di disc-jokey delle notizie. Seleziona a mano le notizie migliori e quelle più interessanti in base a un tema specifico.

Il Newsmaster può farlo chiunque. Chiunque sa selezionare e pubblicare news che provengono da fonti esterne particolarmente rilevanti per il target di riferimento utilizzando strumenti automatici per l’aggregazione e il filtraggio dei feed RSS.

Differenze Tra l’Aggregazione Automatica e il Newsmastering

L’aggregazione automatica e il filtraggio delle notizie – aggiunge Robin Good – può essere applicato solo ad una parte di tutto processo di newsmastering. Il vero valore aggiunto è la capacità del newsmaster di saper selezionare a mano le notizie più interessanti per il proprio pubblico. Ecco perché il newsmastering è una ghiotta opportunità per tutti quegli editori che si rivolgono ad una precisa nicchia di mercato e che investono molte risorse per profilare le caratteristiche e le esigenze della propria audience. Ripubblicare le notizie provenienti da un gran numero di fonti offre poco o addirittura nessun valore ai tuoi visitatori se queste coprono gli argomenti più disparati. Ci sono già i canali mainstream che offrono questo tipo di servizio.

Techmeme è un servizio di aggregazione e filtraggio automatico di news molto popolare, ma che copre un’ampia gamma di notizie che riguardano la tecnologia e i media. L’algoritmo di selezione delle news si basa più sulla popolarità (quale notizia ha più riscontro) che sull’originalità, la pertinenza (davvero troppo ampia per il target di pubblico) e la qualità. C’è bisogno di un essere umano che si occupi di fare tutto questo.

Leggi anche:

I commenti sono chiusi.