REUTERS APRE UNA REDAZIONE ANCHE NEL MONDO VIRTUALE

| 24 ottobre 2006 |

L’ agenzia apre un ufficio a “Second Life”, il mondo virtuale che ha raggiunto già oltre un milione di abitanti. Un redattore reale farà per alcune ore al giorno il caporedattore di “Second Life News Center”. Il lavoro, spiega in una intervista, non è molto diverso da quello che faccio nel mondo reale.
———————————–

L’ agenzia Reuters ha aperto una redazione nel mondo virtuale di Second Life, una comunità virtuale tridimensionale on-line creata nel 2003 dalla società americana Linden Lab e che ora ha oltre un milione di ”residenti”.
La ”testata” si chiama Second Life News Center .

Un redattore ‘reale’, Adam Pasick, dedicherà alcune ore di ogni settimana, col nome di Adam Reuters, a questa nuova attività giornalistica fornendo agli abitanti e ai visitatori di Second Life articoli, video e notizie generate dal flusso della vita che si svolge nel mondo virtuale.

Come redattore capo del servizio giornalistico comparirà anche nelle sembianze del suo avatar (vedi qui sotto) sugli schermi di Second Life

.

Adam Pasick e, a destra, il suo avatar

“Potrà sembrare strano, dice Adam in una intervista a due colleghi della Reuters (vera), Kenneth Li e Eric Auchard -, ma in questo lavoro non ci sono grandi differenze con quello del mondo reale. Parli con quante più persone puoi, leggi quante più cose puoi, trovi delle storie interessanti e le butti giù. Il fatto che siamo in un mondo virtuale, quando ti ci sei abituato, diventa molto simile al lavoro che ho fatto per anni”.

Reuters ha creato anche una sorta di location virtuale – simile a quello che l’ agenzia possiede in Times Square.

Fra le prime notizie, quella relativa a un professore dell’ Indiana University, Edward Castronova, che ha vinto un premio di 240.000 dollari per aver creato un luogo virtuale basato sul mondo di William Shakespeare e la registrazione di alcune polemiche sull’ potesi di fissare una tassazione anche per l’ economia virtuale.

I commenti sono chiusi.