Giornalismo online: il ‘’tutto gratis’’ resta il modello preferito

| 5 aprile 2014 | Tag:, ,

Uk2La disponibilità a pagare per l’ informazione online resta estremamente ridotta. Lo conferma un altro sondaggio, compiuto questa volta nel Regno Unito, secondo cui l’ 82% degli utenti di internet non hanno mai pagato per accedere a contenuti giornalistici negli ultimi 12 mesi e il 70% non sarebbe assolutamente disposto a farlo, mai.
 
I dati emergono da uno studio condotto dal London Press Club attraverso la piattaforma YouGov, spiega eMarketer.com.

 

Solo il 23% (gli incerti sono il 7%) degli internauti intervistati hanno preso in considerazione l’ eventualità di  pagare per ottenere informazioni online.
 
In questo caso l’ 8% pagherebbe soprattutto per opinioni e analisi, il 6% per giornalismo investigativo di qualità, sport e notizie locali e il 4% per video sportivi e informazioni finanziarie.
 
 
Uk1Questo atteggiamento negativo nei confronti dell’ informazione online a pagamento– osserva eMarketer – spiega perché quasi i tre quarti del campione preferisce il modello senza paywall , in cui i ricavi per l’ editore vengono solo dalla pubblicità.

 

Il 6% si orienta per un paywall mitigato (‘’metered’’), mentre solo il 2% degli intervistati si dichiarano disponibili effettivamente a pagare per i contenuti online.

 

Leggi anche:

I commenti sono chiusi.