Entro il 2016 i media online leader nel panorama mediatico spagnolo

| 12 novembre 2011 |

Twitter

Una ricerca realizzata per l’ Axicom iberica ha accertato che secondo 6 giornalisti spagnoli su 10 i nuovi canali sociali avrebbero influito negativamente sui media tradizionali – Credibilità e rigore informativo le caratteristiche professionali ritenute più importanti da un campione di professionisti – La metà dei giornalisti usa Twitter e LinkedIn

—–

Per il 74% dei giornalisti spagnoli i media online entro 5 anni saranno i leader del panorama mediatico del paese mentre le caratteristiche professionali più richieste saranno la credibilità (39%) e il rigore informativo (28%).

Lo ha rilevato una Ricerca realizzata per conto della sezione iberica di AxiCom (una agenzia internazionale specializzata nella comunicazione sulle tecnologie) e della Asociación Nacional de Empresas de Internet (ANEI).

Fra i dati più rilevanti della ricerca – El profesional de la información en la era 2.0 – il fatto che 6 giornalisti su 10 ritengono che i nuovi canali sociali abbiano influito negativamente sui media tradizionali e che il 25% dei giornalisti hanno cominciato a utilizzare le reti sociali come Twitter o Facebook per ‘’obbligo professionale’’.

Nonostante questo i professionisti dell’ informazione valutano positivamente l’ irruzione di blog (87%) e reti sociali (90%) nel panorama mediatico. Inoltre, quasi nove su 10 interpellati ritengono che essi apportino una maggiore immediatezza,  propongono dei nuovi canali di diffusione, sono strumenti di maggiore diffusione dell’ informazione e consentono un nuovo modo di scoprire delle correnti informative.

Più della metà dei giornalisti professionali utilizza Twitter come fonte e come piattaforma per diffondere i propri articoli. E il 55% del campione utilizza LinkedIn come rete sociale privilegiata per entrare in rapporto conm persone o aziende di interesse.

I commenti sono chiusi.