La tavoletta c’ è, ora tocca agli editori alimentarla in maniera intelligente

| 28 gennaio 2010 |

Fra gli editori i creatori di videogame si stanno già fregando le mani per la disponibilità di una nuova piattaforma mobile di grande qualità. Gli editori di libri sperano un nuovo mercato degli ebook, anche se dovranno da ora sottostare alla forza economica e semi monopolistica dell’imtermediario Apple.

Gli editori di giornali da tempo sperano nel luminoso futuro dell’Ipad. Sicuramente Ipad può aiutarli soprattutto per quello che riguarda una clientela medio alta e soprattutto molto nomade. Purchè gli editori sappiano leggere i segnali del mercato e cucinare un giusto mix fra prodotto e prezzo da porgere ai consumatori. I buoni 4/5 degli attuali lettori umani di contenuti digitali resteranno legati a una fruizione classica dei contenuti: personal computer e browser. Per loro l’Ipad sarà un sogno o un oggetto meno utile.

(da Apple Ipad: ora c’è il contenitore che serviva, la sfida è sui contenuti)

Leggi anche:

I commenti sono chiusi.