Una casa di carta (con i rifiuti della free press)

| 29 febbraio 2008 | Tag:,

Uno scorcio della Una installazione artistica realizzata in una piazza di Londra con circa 8.000 copie di giornali gratuiti gettate dai lettori nelle strade e nelle stazioni della metropolitana – Sessanta volontari hanno setacciato la città raccogliendo in poche ore 800 chili di carta stampata – 9,5 tonnellate di rifiuti al giorno solo nel Metro

———-

Una casa “costruita” con 8.000 copie delle decine di migliaia di giornali gratuiti gettate dai lettori nelle strade del centro di Londra dopo averle sfogliate.  E’ la “Newspapers House”, realizzata in Gillett Square da Sumer Erek per far capire visivamente ai cittadini il volume di rifiuti creato dalla distribuzione della free press nella capitale dell’ UK e il grosso impatto in termini ambientali che tutto questo comporta.

Per realizzare l’ installazione, Sumer Erek – un artista di origini cipriote da tempo trapiantato a Londra – ha utilizzato 800 chili di carta raccolta in poche ore da una sessantina di volontari, che hanno setacciato la città raccogliendo in delle buste di plastica rosa riciclata, i giornali gettati fra i rifiuti.

Una foto del materiale raccolto – annuncia il sito ambientalista The green workplace – è stata inviata al sindaco di Londra.

“La quantità di giornali che siamo stati in grado di raccogliere – ha raccontato uo dei volontari – è stata sorprendente -. Abbiamo raccolto quanta più carta potevamo, ma sappiamo che non li può fare ogni notte”.

La società della metro londinese aveva spiegato a dicembre che ogni giorno, solo nella loro rete, vengono raccolte 9,5 tonellate di carta di giornali gratuiti.

—–
Vedi Lsdi:
Gli editori della free press di Londra pagheranno per ripulire la città dalla carta
9,5 tonnellate di carta della free press abbandonate ogni giorno nella metro di Londra

I commenti sono chiusi.