L’ E-PAPER DIVENTA REALTA’

| 10 febbraio 2007 |

In aprile parte in Germania la produzione di massa di e-paper, la ‘’carta’’ elettronica che dovrebbe costituire un nuovo supporto ai quotidiani – L’ annuncio di un’ azienda inglese – Cento milioni di dollari i primi investimenti
– – – – – – –

Il 2008 potrebbe essere l’ anno di nascita dell’ e-paper commerciale, del giornale su supporto elettronico.

L’ ipotesi è al centro di un articolo su Editors weblog , che fa il punto sull’ evoluzione di questo settore partendo dal fatto che vari giornali sono impegnati a sviluppare questa strategia, anche se fino ad ora si trattava solo di tentativi.

Ora l’ e-paper sarebbe davvero dietro l’ angolo per i progressi compiuti dalla Plastic Logic, un’ azienda inglese specializzata nel settore. La società – precisa Editors weblog – ha rivelato che sta realizzando un nuovo impianto in Germania, il primo stabilimento per la produzione in grande stile, in grado di fabbricare milioni di ‘’fogli’’ di e-paper. E questo dovrebbe segnare l’ inizio della produzione e del consumo di massa nel mondo di e-paper.

L’ e-paper può caricare un giornale o un libro in maniera wireless, e la sua autonomia dovrebbe raggiungere più di un centinaio di pagine. Si tratterebbe, secondo la società di Cambridge, di un prodotto con la stessa manovrabilità e la stessa esperienza di lettura offerta dalla carta.

Fra i finanziatori del progetto, Oak Investment Partners e Tudor Investment Corporation avrebbero già investito 100 milioni di dollari e sarebbero interessate alla produzione anche Amadeus, Intel Capital, Bank of America, BASF Venture Capital, Quest for Growth and Merifin Capital.

Secondo James Forsyth, un analista di The Business, “si tratta di una delle maggiori operazioni di finanziamento tramite venture capital in Europa’’.

Il quotidiano economico francese Les Echos ha recentemente annunciato che in aprile i suoi lettori avrebbero potuto avere fra le mani i primi esemplari dell’ edizione e-paper del giornale.

I commenti sono chiusi.