GIORNALISTI PROFESSIONALI E CITTADINI SEGUONO INSIEME LE PRESIDENZIALI PER UN QUOTIDIANO FRANCESE

| 15 febbraio 2007 |

Quelcandidat-com è stato realizzato dal Dauphiné Libéré, un giornale regionale, per far ‘’ragionare in maniera intelligente il lavoro dei redattori e gli interventi dei cittadini-giornalisti – Molteplici forme di partecipazione

—————

Il Dauphiné Libéré, un quotidiano regionale francese, ha messo online il 12 febbraio un sito dedicato alle elezioni presidenziali francesi,  quelcandidat.com., che rappresenta uno dei più avanzati esperimenti di integrazione fra redazioni professionali e giornalismo diffuso*.

Lo cura  Benoît Raphaël, responsabile dell’ innovazione per il quotidiano del Dauphiné, che ha realizzato il progetto editoriale con la collaborazione dell’ équipe di 5W Mignon-Media.
Nel suo blog , Raphael descrive “quelcandidat.com come il primo esperimento del genere lanciato da un quotidiano regionale’’.

Una delle idee centrali del sito è di fare: “conversare in maniera intelligente le notizie dei giornalisti e quelle degli internauti (…) La differenza con gli altri media di  citizen journalism è che, qui,  si fa interagire professionisti dell’ informazione e cittadini. E questa è una valorizzazione sia del medium ( che guadagna in ricchezza e interattività), che degli internauti”.

Per questi ultimi – rileva Jeff Mignon sul suo Mediacafè – , le possibilità di partecipazione sono molteplici:
– articoli, video (qui)
– domande ai candidati per iscritto o in video (qui)
– proposte elettorali (qui)
– commenti sull’ insieme degli articoli, blog e altri elementi del sito (anche le otizie dell’ agenzia AFP (qui)
– note sul contenuto
– voti (qui) e sondaggi (qui)
– giochi (qui)
E
– raccomandazioni di link, siti, ecc. (qui).

Ma è anche l’ occasione di far lavorare i giornalisti con dei nuovi strumenti, come il blog (qui) e il video (qui).

Da parte sua, Ouriel Ohayon, del blog Techcrunch, scrive (qui) che si tratta di “una iniziativa molto interessante (…), una sorta di debutto, non solo perché proviene da un giornale tradizionale, ma perché credo che sia la prima in Francia’’.

————

*Pensiamo che questo sia il termine più adatto a definire l’ insieme delle pratiche del giornalismo partecipativo.

I commenti sono chiusi.