ESCE IN ITALIA ‘’I FONDAMENTI DEL GIORNALISMO’’

| 25 luglio 2007 |



Appena tradotto e pubblicato da Lindau il libro di Bill Kovach e Tom Rosenstiel, uno dei più importanti studi sui rapporti fra giornalismo e potere.

——————
E’ stato appena tradotto e pubblicato in Italia dalle Edizioni Lindau ”I fondamenti del giornalismo”, il libro di Bill Kovach e Tom Rosenstiel considerato uno dei più importanti studi sui rapporti fra giornalismo e potere.
Pur essendo uscito negli Usa alla fine del 2001, non ha perso di attualità e di interesse, anche perché resta il frutto del più ampio lavoro di ricerca sul campo che sia mai stato condotto, avendo coinvolto in tre anni oltre 300 giornalisti e 3.000 lettori in tutti gli States, consentendo di rimettere a fuoco i principi chiave della professione: quello che i cittadini si aspettano dai giornalisti e quello che i giornalisti stessi si aspettano dal loro lavoro. In pratica i fondamenti del giornalismo, che i due autori* articolano in una sorta di decalogo che fa da scheletro alla costruzione dell’ analisi.

Il primo obbligo del giornalismo – scrivono – è nei confronti della verità; la sua prima lealtà è verso i cittadini; la sua essenza è la regola della verifica… E così via. Imparzialità, equilibrio, indipendenza…

Non è la prima volta che il giornalismo attraversa dei momenti di crisi e di transizione, ma questa volta – rilevano Kovach e Rosentiel – il conflitto potrebbe essere più drammatico. Per la prima volta nella nostra storia, l’ informazione è sempre più prodotta da società esterne al giornalismo, e questa nuova organizzazione economica ha il suo peso. Siamo di fronte alla possibilità che l’ informazione indipendente sia sostituita dall’ affarismo camuffato da informazione. Se ciò dovesse accadere – aggiungono – perderemmo la stampa come istituzione indipendente, libera di monitorare gli altri poteri e istituzioni presenti nella società’’.

—-

* Bill Kovach è stato sovrintendente della Nieman Foundation for journalism di Harvard, direttore dell’ Atlanta Journal and Constitution e capo della redazione di Washington del New York Times. Attualmente è presidente del Committee of Concerned Jouralists.
>
Tom Rosenstiel è stato critico dei media per il Los Angeles Times e corrispondente capo dal Congresso per Newsweek. Attualmente dirige il Project for Excellence in Journalism

Leggi anche:

I commenti sono chiusi.