UNA CATENA DI GIORNALI USA RINUNCIA AL COPYRIGHT

| 20 dicembre 2006 |

GateHouse, proprietaria di 415 testate, fra cui molti quotidiani, ha cominciato ad usare le licenze di Creative Commons per una parte dei propri contenuti – Naturalmente è previsto solo per uso non commerciale – E’ il primo gruppo editoriale che arriva a tanto, commentano alla Creative Commons Foundation

——————–

Un gruppo editoriale Usa, GateHouse Media , a cui fanno capo 415 testate fra quotidiani e settimanali locali, molti dei quali nello stato del Massachussetts (in particolare dell’ area di Boston) ha deciso di cominciare a diffondere i contenuti di gran parte delle sue testate rinunciando al copyright e affidandosi alle licenze Creative Commons.
Ne dà notizia Bernardo Parrella in un articolo su giornalismi possibili,.

Tutto questo, per ora, avviene per il Watertown TAB e altri 95 giornali del gruppo, ovviamente per usi non-commerciali” .

Come spiega Mia Garlick, responsabile della Creative Commons Foundation, finora «nessuna catena o grande gruppo editoriale era arrivato a tanto», mentre Dan Kennedy, professore di giornalismo alla Northeastern University, ha aggiunto: «Rinunciare al copyright per i quotidiani è un passo veramente notevole».

I commenti sono chiusi.