‘Reporter diffuso’ diventa anche una tesi di laurea

| 15 settembre 2006 |

L’11 settembre 2001 ha segnato una svolta nel mondo dell’informazione: nella prima ora dopo gli attentati l’80% delle informazioni hanno un’origine amatoriale.
Questa considerazione – tratta dalla presentazione di Reporter diffuso, il programma di Skytg24 in onda il sabato mattina su Sky – è alla base della tesi con cui Alberto Berlini, un giovane studente di Scienze della comunicazione all’Università di Urbino, ha affrontato in maniera analitica lo sviluppo del cosiddetto “citizen journalism” e con cui si laureerà ai primi di ottobre col professor Giovanni Boccia Artieri. La tesi—le cui conclusioni sono sintetizzate sul bollettino di LS-DI—si intitola proprio Reporter diffuso. Come è cambiato il mondo del giornalismo negli anni delle evoluzioni tecnologiche-digitali e analizza le “radicali trasformazioni del rapporto di produzione-fruizione delle informazioni prodotte dallo sviluppo dei nuovi media”.

Leggi anche:

I commenti sono chiusi.