LE FAVOLE DEI MEDIA PER LA PROSSIMA GUERRA

| 9 ottobre 2006 |

Oggi, se lo stato dei diritti umani in Iran è senz’altro condannabile, le condizioni degli stessi in molti governi favoriti da Washington non sono migliori. Negli Usa – e non solo – i media dovrebbero pensare alle proprie contraddizioni invece che fomentare gli istinti bellicosi – Un articolo di Norman Solomon pubblicato in italiano da Nuovimondimedia
—————

di Norman Solomon (da Common Dreams)

Quando il principale settimanale statunitense dedica cinque pagine a una guerra aerea contro l’Iran, come il Time ha fatto, è chiaro che le ruote della nostra intricata macchina di guerra girano sempre più veloci verso l’ennesimo attacco preventivo contro un paese straniero.

Ahmadinejad è salito in cima alla lista dei nemici di Washington – e dei media americani. Negli ultimi vent’anni tra questi hanno figurato anche Manuel Noriega, Saddam Hussein e Slobodan Milosevic; ognuno ha ricevuto un consistente svilimento estensivo, apripista per l’attacco militare su larga scala del Pentagono (…)

(il testo integrale dell’ articolo è qui .)

Leggi anche:

I commenti sono chiusi.