IFEX: NUOVE DAL MONDO

| 16 aprile 2006 |

– Nepal: decine di giornalisti arrestati e picchiati durante manifestazioni di protesta

– Venezuela: ucciso un fotografo

– Niger: troupe della BBC censurata dopo un reportage sulla fame

– Gambia: giornalisti arrestati dopo un presunto colpo di stato





Documento senza titolo

——————————- 

 

1. – Nepal: decine di giornalisti arrestati e picchiati durante manifestazioni di protesta

 

E’ accaduto durante le proteste della settimana scorsa contro il regime autocratico di re Gyanendra.
Secondo quanto riporta Ifex, circa 100 giornalisti sono stati arrestati e poi rilasciati dopo qualche giorno. Una ventina sono però ancora in carcere.

Altri 24 giornalisti – molti dei quali membri della Fnj, las Federazione dei giornalisti del Nepal – sono stati seriamente percossi dalla polizia. Fra di essi il segretario della Fnj, Balram Baniya, e tre cronisti del giornale indipendente « Kantipur », qui seguivano le manifestazioni rganizzate il 10 aprile dall’ Alleanza dei sette partiti (Seven Party Alliance, SPA), d’opposition. Hanno riportato lesioni e contusioni.
Tre dimostranti sono stati uccisi.

Vedi su Lsdi: Nepal, libertà di stampa sempre più deteriorata http://www.lsdi.it/versp.php?ID_art=256

Vedi anche:
– FNJ : http://www.fnjnepal.org/
– CEHURDES : http://www.cehurdes.org.np/
– RSF : http://www.rsf.org/article.php3?id_article=16994
– FIJ : http://www.ifj-asia.org/page/nepal.html
– CPJ : http://www.cpj.org/news/2006/asia/nepal10apr06na.html
– AMJ : http://www.wan-press.org/article9899.html

2. Venezuela: ucciso un fotografo

 

L’IFEX sta facendo pressione sulle autorità venezuelane affinché indaghino seriamente sull’ uccisione di un fotogiornalista, Jorge Aguirre, ammazzato il 5 aprile a Caracas mentre stava raggiungendo una manifestazione.

Aguirre, 60 anni, era fotografo per Cadena Capriles, l’ azienda editoriale che pubblica « El Mundo » e « Ultimas Noticias ». Aveva appena finito di scattare delle immagini dei lavori di ristrutturazione dello stadio di Caracas e si era diretto verso l’ Università centrale, dove gli studenti protestavano per l’ uccisione di tre giovani. Poco prima di arrivare in zona l’ auto del giornalista è stata bloccata da un uomo a bordo di una moto, che gli ha sparato contro a quattro riprese.

Aguirre è il terzo giornalista ucciso in Venesuela dal 2000, secondo la Sociedad americana de prensa (Sip).

Jorge Tortoza era stato assassinato l’ 11 avril 2002, durante il tentato golpe contro Chavezx, mentre Mauro Marcano era stato ucciso il primo settembre 2004 da alcuni sconosciuti a colpi d’ arma da fuoco.

Nessuno è stato indagato per questi due omicidi.

Vedi:
– RSF : http://www.rsf.org/article.php3?id_article=16945
– SIP : http://www.sipiapa.com/pressreleases/chronologicaldetail.cfm?PressReleaseID=1644
– IPYS : http://www.ipys.org.ve/alertas_aguirre.htm
– FIJ : http://www.ifj.org/default.asp?Index=3825&Language=EN
– CPJ : http://www.cpj.org/news/2006/americas/ven06apr06na.html
– Dossier di Human Rights Watch : http://hrw.org/english/docs/2006/01/18/venezu12258.htm

 

3. Niger: troupe della BBC censurata dopo un reportage sulla fame

 

Il governo del Niger tenta di censurare i servizi giornalistici sulla fame e la malnutrizione nel paese, colpito da una forte penuria alimentare, ha denunciato il Committee to protect journalists (Cpj). Diversi rappresentanti dell’ amministrazione hanno avuto ordine di non parlare con i media dei rischi di carestia, dopo che le autorità hanno ritirato l’ acredito a una troppe della BBC che aveva realizzato un reportage n ella regione di Maradi, nel centro del paese.

L’équipe de la BBC ha spiegato di aver constato che la fame ‘’si espande a poco a poco nella regione, già colpita da una carestia nel 2005’’.

Un portavoce del governo ha dichiarato che la troupe britannica aveva ricevuto i visti solo per coprire gli allarmi per i casi di aviaria e non per girare dei reportage su Maradi.

Non è la prima volta che il governo nigeriano tenta di bloccare l’ interesse giornalistico verso la crisi alimentare del paese.

 

Vedi :
– CPJ : http://www.cpj.org/news/2006/africa/niger05apr06na.html
– Dossier CPJ sul Niger : http://www.cpj.org/attacks05/africa05/snaps_africa_05.html#nig
– MFWA : http://ifex.org/fr/content/view/full/69447/
– BBC : http://news.bbc.co.uk/2/hi/africa/4873208.stm

 

4. Gambia: giornalisti arrestati dopo un presunto colpo di stato

Si tratta di due cronisti del giornale « The Independent », Musa Saidykhan e Madi Ceesay, detenuti dal 28 marzo 2006 nella capitale, Banjul, dopo una perquisizione nella redazione del giornale.

Lo denuncia Ifex, raccogliendo la segnalazione della Fondation pour les médias en Afrique de l’Ouest (MFWA). Le autorità si sono rifiutate finora di spiegare formalmente la loro detenzione e la redazione dell’ Independent non ha ancora riaperto.

Sembra che il loro arresto sia da mettere in relazione a un fallito colpo di stato del 21 marzo scorso.

« Independent » è una infessibile voce critica contro il governo ed è stato ripetutamente attacco negli ultimi anni per i suoi articoli, rileva l’ Internacional presse institute (Ipi).

Il direttore e redattore capo del giornale, Alagi Yorro Jallow, è stato arrestato 12 volte. Jallow vive ora in esilio a New York.

Altri media private sono stati vittima ugualmente di attachi e aggressioni negli ultimi anni, secondo Article 19. Da segnalare l’ attentato contro la residenza del corrispondente della BBC, Ebrahima Sillah, l’ assassinio nel 2004 di Deyda Hydara, rédacteur del giornale « The Point », e la chiusura di Radio Sud FM nel 2005.

Il presidente del Gambia Jammeh si è impadronito del potere el 1994 dopo un golpe e, dopo la elezione del 2001 tenta ora di farsi rieleggere per la seconda volta.

Vedi:
– MFWA : http://www.mfwaonline.org/fr/updates/details.php?objID=0075
– RSF : http://www.rsf.org/article.php3?id_article=17060
– CJFE : http://cjfe.org/releases/2006/28032006gambia.html
– ARTICLE 19 : http://www.article19.org/pdfs/letters/gambia-protest-letter-05.04.06.pdf
– IIP : http://www.freemedia.at/Protests2006/TheGambia31.03.06.htm
– CPJ : http://www.cpj.org/protests/06ltrs/africa/gambia31mar06pl.html

 


Leggi anche:

I commenti sono chiusi.