Morto Eddie Adams. Autore di una delle foto che convinsero gli americani ad opporsi alla guerra in vietnam

| 21 settembre 2004 |

E’ morto a New York Edward ( Eddie ) Adams, autore della celeberrima foto

( http://facstaffwebs.umes.edu/msdemanche/images/eddie%20adams%20siagon.jpg )

del generale sudvietnamita che sta uccidendo con un colpo di pistola alla tempia un prigioniero vietcong appena catturato in una strada di Saigon. Aveva 71 anni.

La sua famosissima immagine ( premio Pulizer nel 1969 ) era stata scattata mentre si trovava in Vietnam come inviato dell’Associated Press, agenzia per la quale ha lavorato per buona parte dei cinquant’anni della sua carriera.
La pubblicazione della foto sconvolse non solo gli Usa e fu tra le immagini che spinsero l’opinione pubblica americana a cominciare ad opporsi in modo massiccio alla guerra.
Con la sua macchina fotografica, Adams ha coperto 13 conflitti, politica internazionale, moda e spettacolo. Colpito dal morbo di Lou Gehrig, s’è spento nella sua casa di Manhattan.
Nonostante la malattia, Adams era rimasto vigile e attivo fino all’ultimo: lavorava a quello che lui stesso chiamava “il mio ultimo incarico”, un progetto commissionatogli dal comico Jerry Lewis, l’animatore dell’annuale Telethon, raccolta di fondi per la distrofia muscolare, un evento spesso coperto da Adams per la rivista Parade.
La sua morte è avvenuta mentre , proprio oggi, si chiudeva alla Festa nazionale dell’Unità di Genova la sua mostra “Voci contro il potere” composta da una serie di ritratti bianco e nero di 51 difensori dei diritti umani in tutto il mondo, scattati attraverso cinque continenti in un Periodo di due anni.

I commenti sono chiusi.