troll

Fermare la guerra

20 Aprile 2022 Tag:, , , , , , , ,
Torniamo ad occuparci della guerra in corso. Lo facciamo a modo nostro. Cercando di portare alla luce aspetti che possano in qualche modo accrescere la conoscenza di tutti, mentre auspichiamo con forza la cessazione di ogni ostilità subito e per sempre. Uno degli aspetti che caratterizzano questo conflitto è in parte di nostra competenza e attiene alla "rivoluzione digitale", definizione oramai del tutto obsoleta e quasi completamente sostituita nell'immaginario collettivo da "transizione digitale". Altro modo di dire sin troppo abusato, e, permetteteci, nemmeno del tutto corretto, visto lo stato dell'arte. Chissà se ci sarà o è già in corso anche una certa "transumanza digitale"?  Quella sì che ci sembra perfettamente adeguata come definizione, visto come si stanno evolvendo le cose sul fronte digitale. Un passo avanti, tre indietro, e sopratutto, cicli  di fatti e operazioni, che si ripetono stagione dopo stagione. Come fanno i pastori sui sentieri di montagna. Ma loro hanno mille ragioni per fare così, mentre noi? Battute a parte, gli aspetti che riguardano questo conflitto russo-ucraino in linea con i nostri studi, riguardano l'uso proprio o improprio, non sta a noi stabilirlo, della rete, e della comunicazione online, per

Hate Speech #3

21 Luglio 2015 Tag:, , , , , , ,
Dopo il primo storify che introduce l'Hate Speech, e dopo la nostra partecipazione al convegno  <<PRISM Seminario Intensivo : discorsi di incitamento all’odio e la libertà di espressione: Come affrontare nel lavoro editoriale quotidiano>>a Firenze, continua il nostro dossier sull'incitamento all'odio. Il clima di odio generalizzato ha effetti sulla vita di tutti i giorni.I temi dell'agenda setting e il modo nel quale i media parlano dei migranti hanno un ruolo fondamentale.   La lettura, la moderazione, la partecipazione alle discussioni che si sviluppano online attraverso i commenti diventa una della azioni fondamentali del lavoro giornalistico. Al più presto ogni organo di informazione anologico/digitale o nativo digitale dovrà mettere a punto i necessari regolamenti, detti anche policy, per gestire e regolare il flusso degli apporti della community in rete. (altro…)

Un internet ‘’adulto’’ senza anonimato? Meglio quello di ora

24 Agosto 2013 Tag:, , , , , , , , ,
Ingram1 Qualche giorno fa Arianna Huffington ha annunciato che l’ HuffPost  bandirà i commenti anonimi: perché, dice, ci sono troppi troll che utilizzano il sito nascondendosi dietro l' anonimato per pubblicare commenti violenti o offensivi, e perché pensa che la gente dovrebbe battersi a viso aperto per quello che dice.   Ma è veramente l’ anonimato il problema con i commenti online? Io ‘’non sono d’ accordo – risponde Mathew Ingram  in un intervento su Gigaom di cui pubblichiamo la traduzione – . L' anonimato ha un valore reale e rinunciarvi può avere gravi conseguenze’’. '’La libertà di parola ha un prezzo – spiega Ingram -, e penso che perderemmo qualcosa di importante se cominciassimo a chiedere alle persone una verifica della loro identità prima di ascoltare quello che hanno da dire. E se questo fosse ‘necessario’ per un ‘internet adulto’, preferirei restare con quello che c’ è ora’’. (altro…)