sorveglianza

La rana che bolle

2 Marzo 2022 Tag:, , , , , , ,
C'è un delizioso saggio uscito nel bel mezzo della pandemia - 2020 - scritto a quattro mani da Maria Pia Rossignaud e Derrick de Kerckhove che si intitola "Oltre Orwell il gemello digitale" di cui oggi vorremmo parlarVi.  Nel breve pamphlet la giornalista scientifica e il sociologo e accademico dell'Università di Toronto, si occupano di una delle questioni centrali della cultura digitale: come si sta trasformando la nostra società dopo la transizione digitale. In particolare proprio prendendo spunto dalla metafora che abbiamo usato per il titolo di questo articolo,  i due studiosi ci portano a riflettere sulla questione della corretta percezione che ognuno di noi ha delle trasformazioni in corso. "Nessuno vorrebbe svegliarsi in un mondo cambiato completamente senza averne avuto la percezione" - dicono fra le altre cose gli autori eppure a noi sembra che  l'atteggiamento più diffuso fra le persone sia di accettare passivamente un modello sociale totalmente dipendente dai "cosiddetti" progressi tecnologici. Fino ad arrivare ad esempi davvero "impressionanti"  di controllo sociale, realizzato attraverso  l'uso di apparati tecnologici. Come già accade in Cina,  dove i cittadini vengono monitorati e gestiti da appositi algoritmi,  che li premiano o penalizzano stilando

Soppiantare il giornalismo professionale sul web

25 Ottobre 2020 Tag:, , , , ,
Parliamo di giornalismo e in particolare di una delle piaghe del giornalismo moderno, quelle notizie false, o meglio bufale, o meglio post verità, che da alcuni anni, sembrano aver catalizzato integralmente il dibattito dentro alla  nostra professione. Sviando ahinoi, da temi ben più importanti, quando si parla di giornalismo, l'attenzione delle persone,  e molto spesso, anche dei cosiddetti esperti. Soppiantare il giornalismo o anche "dell'indifferenza radicale".  Una sorta di locuzione, davvero bellissima, dal significato evidente -  o meglio -  speriamo che lo sia, o più probabilmente lo diventi, quando e se,  arriverete in fondo  alla lettura di questo nostro resoconto!  La geniale definizione è stata coniata da Shoshana Zuboff, nel suo ultimo libro che si intitola "il capitalismo della sorveglianza".  Un testo davvero importante, a nostro avviso, e sul quale stiamo lavorando da alcune settimane. Significativa e acuta, questa definizione, perché evoca in modo chiaro l'atteggiamento dei cosiddetti "capitalisti della sorveglianza", che per Zuboff sono in buona sostanza, le techno-corporation, o meglio: tutte le aziende che attraverso l'uso dei "nostri" dati, attinti in modo più o meno lecito, dal web e dai nostri comportamenti digitali;  non solo provano a venderci cose, beni e

Per la prima volta gli Usa fra i ‘’nemici di internet’’ per RSF

15 Marzo 2014 Tag:, , , ,
RsfPer la prima volta gli Stati Uniti sono stati inseriti nella lista dei  Nemici di Internet stilata da Reporters sans frontières. Lo segnala il Washingtonpost, spiegando che l’ ‘’onore’’ è stato attribuito agli Usa per  il suo programma di sorveglianza elettronica, che li ha fatti finire nella lista nera insieme ai paesi che tradizionalmente esercitano la più dura repressione nei confronti del web, come Cina, Iran e Russia.   (altro…)

Giornata mondiale contro la sorveglianza di massa

11 Febbraio 2014 Tag:, , ,
L' 11 febbraio è stata la giornata di mobilitazione internazionale contro la sorveglianza di massa. L'iniziative denominata "The Day We Fight Back" vuole coinvolgere cittadini, organizzazioni della società civile e migliaia di siti in una campagna globale a tutela della privacy individuale e della libertà d'espressione.   Nel corso della giornata, su Twitter l'hashtag #surveillance ha anche raggiunto la cerchia dei "trending topic" e il flusso di rilanci, commenti e segnalazioni continua copioso. Sono previste proteste e manifestazioni a livello locale un po' ovunque nel mondo, oltre ad hackathon e mobilitazioni online, mentre centinaia di siti in ogni lingua ne sfoggiano il banner e propongono vari interventi.   (altro…)