Mathew Ingram

Le cinque ‘’C’’ del giornalismo digitale

25 Ottobre 2013 Tag:, ,
Cinque-C Contesto, conversazione, cura (dei contenuti), comunità, collaborazione. Sono le 5 ‘’C’’ che nel giornalismo online si affiancano alle tradizionali cinque ‘’W’’ del giornalismo classico e che caratterizzano in modo specifico il nuovo contesto digitale. Riproponiamo integralmente un articolo molto interessante di Lelio Simi sulla natura più profonda della trasformazione che sta investendo il giornalismo. Il percorso verso il digitale non rappresenta solo un ‘upgrade’, un semplice aggiornamento tecnologico, ma ‘’una trasformazione completa nel suo stesso modo di essere concepito e realizzato’’. (altro…)

Un internet ‘’adulto’’ senza anonimato? Meglio quello di ora

24 Agosto 2013 Tag:, , , , , , , , ,
Ingram1 Qualche giorno fa Arianna Huffington ha annunciato che l’ HuffPost  bandirà i commenti anonimi: perché, dice, ci sono troppi troll che utilizzano il sito nascondendosi dietro l' anonimato per pubblicare commenti violenti o offensivi, e perché pensa che la gente dovrebbe battersi a viso aperto per quello che dice.   Ma è veramente l’ anonimato il problema con i commenti online? Io ‘’non sono d’ accordo – risponde Mathew Ingram  in un intervento su Gigaom di cui pubblichiamo la traduzione – . L' anonimato ha un valore reale e rinunciarvi può avere gravi conseguenze’’. '’La libertà di parola ha un prezzo – spiega Ingram -, e penso che perderemmo qualcosa di importante se cominciassimo a chiedere alle persone una verifica della loro identità prima di ascoltare quello che hanno da dire. E se questo fosse ‘necessario’ per un ‘internet adulto’, preferirei restare con quello che c’ è ora’’. (altro…)

Una età dell’ oro per il giornalismo? Dipende da che cosa si intende per ‘’oro’’

19 Agosto 2013 Tag:, , , , , , ,
Ingram-cop Mentre l’ industria giornalistica tradizionale si dibatte in una crisi mai vista prima, come è possibile definire quella attuale come una età dell’ oro del giornalismo? La risposta, spiega Mathew Ingram su Gigaom, dipende dal punto di vista.   Se siete interessati al business editoriale, le cose sembrano sempre più cupe, se non addirittura funeree, a volte. Ma se siete appassionati alla pratica attuale del giornalismo in tutte le sue forme, anche quelle del tutto nuove che non avremmo mai potuto immaginare fino a pochi decenni fa, allora – conclude Ingram  - chiamare questa una "età dell' oro" non mi sembra affatto una forzatura.     (altro…)

Protezione costituzionale per chiunque faccia giornalismo, negli Usa la questione sempre più all’ ordine del giorno

7 Luglio 2013 Tag:, , , , , , , ,
primo-emendamento-stati-uniti (p. r.) - ''Con l' esplosione degli strumenti di comunicazione in rete chiunque è in grado di diventare un giornalista in qualsiasi momento - e in teoria questo significa che chiunque dovrebbe avere la protezione del Primo Emendamento quando sta facendo giornalismo''. Come si vede da questa frase di Mathew Ingram, negli Stati Uniti si comincia a discutere intensamente sul fatto che, quando si parla di protezione legale del sistema di raccolta e diffusione delle notizie, la domanda che ci si deve porre non può essere più ‘’chi è giornalista?’’, ma piuttosto, ‘’questo è un atto di giornalismo?”.    Alcuni stati si stanno muovendo in questo senso, come emerge dall' analisi di Jeffrey P. Hermes, direttore di Digital Media law, dal titolo ‘’ Who is a Journalist? Here We Go Again…’’, di cui su Lsdi abbiamo presentato nei giorni scorsi ampi stralci.   (altro…)

Il giornalismo fra tristezza e opportunità

11 Maggio 2013 Tag:, , , , , ,
Ingram1Ci sono molte ragioni per essere pessimisti sullo stato dei media e del giornalismo, tra cui i tagli continui e ripetuti, le chiusure di testata, ecc. Ma ci sono anche molte ragioni per essere ottimisti. Su Paidcontent Mathew Ingram fa un’ analisi della situazione, riprendendo il dibattito seguito alla diffusione dell’ ultimo  Rapporto sullo Stato dei Media diffuso dal Pew.     (altro…)