“Memoria dell’ alluvione”, un reportage fatto da 44 studenti di giornalismo per colmare anche la scarsa attenzione dei media nazionali

| 24 Maggio 2011 |

Alluvione

A sei mesi dall’ alluvione che nel novembre scorso aveva colpito il Veneto, gli studenti del corso di laurea in Linguaggio giornalistico dell’ Università di Padova hanno pubblicato un reportage realizzato con i materiali raccolti sul campo, sin dai primi giorni dopo il disastro, attraverso testimonianze dirette, storie umane, interviste – Una serie di documenti significativi integrati da una galleria fotografica e video, che ora vengono presentati sul sito del Corso

—–

“Memoria dell’alluvione” è il titolo di un lavoro che, a sei mesi dalla drammatica calamità che nel novembre 2010 aveva colpito parte del Veneto, 44 studenti del Corso di linguaggio giornalistico dell’ Università di Padova hanno elaborato come esercitazione sul campo.

La decisione di dedicare la parte sperimentale del corso, curato dal prof. Raffaele Fiengo, al tragico evento era stata dettata anche dalla scarsa attenzione che i media nazionali vi avevano dedicato.

Gli studenti hanno quindi cercato anche di coprire i vuoti di cronaca e di approfondimento degli organi di informazione nazionali e hanno raccolto sul territorio testimonianze dirette, storie umane, interviste, materiali significativi integrati da una galleria fotografica e video.

“Memoria dell’alluvione” è articolata in sei approfondimenti:

– “Alluvione a Boloventa: il paese prigioniero del Bacchiglione” di Caterina Celon.

– “Alluvione e comunicazione: un’analisi dell’informazione durante l’emergenza nel vicentino” di Cristiano Oliva.

– “Interviste a Casalserugo: testimonianze dal vivo” di Martina Merola.

– ‘’L’alluvione nel Veneto vista dai quotidiani di informazione on line” di Alessandra Martini.

– ‘’Le notizie ANSA e i comunicati stampa” di Michela Stocco.

– “La ricostruzione degli eventi dal punto di vista delle istituzioni” di Martina Bressan.

“Memoria dell’alluvione” è visibile sul sito del corso di linguaggio giornalistico all’indirizzo web: www.lettere.unipd.it/ebla.

Il lavoro è stato coordinato dagli studenti Marco Chemello, Andrea Bortolan e Martina Merola e realizzato tecnicamente con Marco Toffanin del Centro multimediale dell’ Università di Padova.

Print Friendly, PDF & Email

Leggi anche:

  • A scuola di applicazioni mobili Pino Bruno pubblica sul suo blog una intervista a Nicholas Caporusso, uno degli animatori di Follow-up, una scuola di applicazioni, completamente gratuita, che fa capo alla Facoltà di […]
  • Curatela, superficialità e ignoranza Essere digitali nel nostro presente non significa certamente essere schiavi o peggio vittime delle continue novità o meglio evoluzioni - o presunte tali -  che la tecnologia snocciola a […]
  • Giornalismo partecipativo, fioriscono nuove piattaforme Blottr, nato nell' agosto 2010 a Londra, è arrivato in Francia e lunedì aprirà in Germania, ma punta ad espandersi in altre sette paesi - Negli Usa nasce Fuego, mentre il Guardian apre […]
  • Giornalista (precario) in terra di frontiera, ai tempi di internet…   Le redazioni avrebbero bisogno di più giornalisti per fare informazione iperlocale ed originale ma la crisi le riduce ai minimi termini e nel frattempo i reporter imparano a […]
  • Social media: i numeri nel 2013 Roberto Venturini segnala sul suo blog una interessante videografica che riassume i dati essenziali sull’ andamento dei Social Media nel corso del 2013.   L’ ha pubblicata […]

I commenti sono chiusi.