Cercasi cronista: ‘Molto lavoro, poco salario’

| 5 Ottobre 2010 | Tag:, ,

Pesantejob

“Molto lavoro, poco salario” (Long hours, low pay). Con questo annuncio tra il sincero e il cinico un piccolo giornale locale americano – l’ Illinois Valley Newssta cercando di richiamare l’ attenzione dei possibili candidati a un posto di cronista. Il resto dell’ inserzione, apparsa su Journalismjobs.com (un sito specializzato nell’ offerta/domanda di lavoro giornalistico), insiste sulle pesanti condizioni di lavoro che dovrà sobbarcarsi l’ aspirante cronista selezionato.

Il teso dell’ annuncio dice più o meno così:

“Quanto desideri fare il reporter? Tanto da lavorare anche la notte e i fine settimana? Il povero masochista che accetterà questo lavoro si occuperà di cronaca locale, nazionale, sportiva e di vicende di interesse generale.

In cambio di questo grosso impegno di lavoro gli saranno assicurati un salario bassino e una polizza sanitaria limitata. Inviare un curriculum con le copie di 3 articoli a     [email protected] Si tratta di un posto di lavoro a tempo pieno. Sede, lo splendido nordovest”.

Il compenso offerto è fra i 20 e i 25.000 dollari annui, pari a circa 14.000 euro.

Per chi fosse interessato, le domande scadono il 5 novembre.

(via 233grados.com e Greenslade )

Print Friendly, PDF & Email

Leggi anche:

  • Profondità e superficie Ogni tanto accade che da queste parti si vada a scavare dentro agli archivi e si propongano contenuti di qualche anno addietro, talvolta anche molti anni, per riprendere segnalazioni, […]
  • Profezie spagnole Prendiamo spunto quest’oggi da un articolo del nostro archivio del 2014. Si tratta di una riflessione, a dir poco, profetica, scritta da un grande giornalista spagnolo,  Miguel Ormaetxea. […]
  • Robot o uomini non conta, serve giornalismo Ci sono molteplici scuole di pensiero sull'uso più o meno consapevole delle risorse dell'intelligenza artificiale nel giornalismo. Nella crisi generale della professione, il sentimento che […]
  • A volte ritornano – terzo di tre Come fosse un trittico - a quanto pare lo è - si conclude con questo articolo pescato nel nostro archivio e risalente a ben 14 anni fa, questa serie di "pezzi" sul giornalismo dentro alla […]
  • Curatela, superficialità e ignoranza Essere digitali nel nostro presente non significa certamente essere schiavi o peggio vittime delle continue novità o meglio evoluzioni - o presunte tali -  che la tecnologia snocciola a […]

I commenti sono chiusi.