Google: 4 miliardi di clic in un mese alle redazioni

| 27 Novembre 2009 |

google In un post sul blog di Google News in spagnolo, l’ azienda fornisce un altro po’ di cifre sul suo enorme volume di visitatori che porta ai siti di informazione, spiegando che, secondo loro, ‘’ogni clic è un’ occasione di affari’’

———-

Ogni mese Google produce quattro miliardi di clic sui siti di informazione, un miliardo attraverso Google News e gli altri tre miliardi attraverso i motori di ricerca: il che equivale a 100.000 clic/visitatori al minuto convogliati verso i circa 25.000 media nelle 30 lingue in cui il servizio è per ora disponibile.

Dopo le bordate arrivate dal fronte degli editori, con in testa Rupert Murdoch, che ha minacciato di togliere le sue testate dalla grande macchina digitale di Google, Mountain View ha deciso di passare al contrattacco snocciolando prima di tutto la sua impressionante serie di cifre. E spiegando che ‘’ogni clic è un’ occasione di affari per il sito di destinazione, permettendo a ciascuna testata online di vendere annunci pubblicitari, di proporre agli utenti di iscriversi al sito e di guadagnare la loro fedeltà’’.

La grande G – riporta journalismes.info – ha affidato la replica a un post sul blog di Google News in spagnolo.

Nessuna testata – precisa l’ azienda – è inclusa in Google News o nei motori di ricerca contro la sua volontà: ci sono dei meccanismi, conosciuti e accettati da tutti i webmaster del mondo, per evitare che un sito sia indicizzato o incluso in Google News.

Google – continua Mountain View – ”non è in concorrenza con i media: produce dei contenuti ma ritiene che gli utenti dovrebbero essere in grado di scegliere che cosa, quando e come accedere e leggere le informazioni di cui hanno bisogno e di valutare il maggior numero di fonti’’.

Print Friendly, PDF & Email

Leggi anche:

  • Il programma di Dig.it 2013
    a Firenze il 16 e 17 settembre
    Ecco il programma dei panel  di Dig.It 2013 che si svolgerà a Firenze il 16 e 17 settembre presso l'Auditorium di Santa Apollonia in Via S.Gallo 25 a Firenze.   L' evento 2013 - […]
  • WikiLeaks: l’ etica hacker danneggia i media partecipativi? Puntando a «fare la guerra alle superpotenze» e a rivangare obsolete teorie cospirative, WikiLeaks  – osserva Bernardo Parrella su Apogeonline  - si pone come una sorta di avanguardia […]
  • Si può sopravvivere senza agenzie? La prossima settimana il Chicago Tribune e gli altri quotidiani del gruppo lavoreranno senza la copertura della Ap, la maggiore agenzia di stampa Usa – Un esperimento per verificare che […]
  • Un Filtr della buona informazione dispersa in rete Parte un nuovo esperimento di aggregazione e selezione dell’ informazione italiana online – Un numero zero - ‘’Invece di aggiungere concorrenza nella produzione di nuove notizie più o […]
  • Contro il colonialismo digitale << Non sono rigidamente conservatore né luddista; sono per un uso negoziato delle tecnologie. Credere senza riserve all'idea che l'educazione passi per un oggetto come l'iPad (o […]

I commenti sono chiusi.