genere

Convegno “Linguaggio, parità di Genere e parole d’odio”

16 Ottobre 2018 Tag:, , , , , ,

Il convegno LIGHTS, LInguaggio, parità di Genere e parole d’odio / Language gender and HaTe Speech, si propone di riunire esperte ed esperti di livello internazionale nelle discipline linguistiche, psicologiche, pedagogiche, sociologiche, giuridiche, politiche, e computazionali sul tema della comunicazione inclusiva e paritaria e della violenza verbale con particolare riguardo alla categoria del genere.

 

Data la relativa novità in Italia della riflessione accademica sulla relazione tra lingua, rappresentazione e percezione del genere e violenza verbale, la chiamata di interesse è della massima ampiezza per le tematiche proposte, le lingue interessate, le metodologie utilizzate, gli approcci disciplinari di afferenza, con particolare interesse per le proposte che presenteranno aspetti di comparazione tra lingue, media, ambiti sociali, realtà identitarie, interdisciplinarità e metodologie miste, transezionalità e interculturalità.

 

Il convegno si propone altresì di stabilire un primo contatto per creare una rete multidisciplinare tra chi studia la comunicazione e chi opera nella comunicazione per mettere in campo progetti futuri a forte impatto socioculturale. Il convegno si propone inoltre di offrire una possibilità di incontro e approfondimento a quanti nel territorio italiano vogliano approfondire il tema venendo a diretto contatto con studiose e studiosi di livello nazionale e internazionale, creando un ponte

I “social” sono sempre più “media” negli USA e in Italia?

15 Luglio 2015 Tag:, , , , , , , , , ,
[caption id="attachment_28339" align="alignleft" width="300"]by Jason Howie immagine di Jason Howie[/caption]     E' stato pubblicato un nuovo rapporto sull'uso dei social media nell'informazione realizzato da Pew Research Center e Knight Foundation. Dati che raccontano come negli USA Twitter e Facebook siano utilizzati per leggere le notizie. E in Italia? che cosa sta accadendo? Piccoli passi: rimane presente la distanza generazionale nell'uso della rete e nella fruizione delle notizie.   Ecco cosa raccontano il nuovo rapporto di Pew Research Center e Knight Foundation e in Italia ISTAT e DOXA. (altro…)

Fotografia: ‘’Lo sguardo di Giulia’’ alla seconda edizione

24 Settembre 2014 Tag:, ,
GiuliaMancano pochi giorni. Entro la mezzanotte di sabato 27 settembre vanno inviati i contributi alla seconda edizione del premio fotografico ‘’Lo sguardo di Giulia’’.   Tema: la conciliazione. Ai fotografi, professionisti e dilettanti, si chiede di raccontare il valore o le difficoltà della conciliazione fra lavoro e vita familiare. Fra donne e uomini. Con uno sguardo ampio, visto che i ruoli rispuntano in ogni genere di coppia o modalità di convivenza.   (altro…)

Una amara regressione di genere nell’ industria
dei media Usa

23 Settembre 2014 Tag:, , , ,
Nieman-copL’ inversione di rotta nella stampa Americana al centro di un articolo di Anne Marie Lipinsky, curatrice della Fondazione Nieman per il Giornalismo ad Harvard, che su NiemanLab analizza lo status sociale e lavorativo delle donne nei mezzi di comunicazione.   L’ ex direttrice del Chicago Tribune, in particolare, sottolinea come in molteplici casi la posizione femminile di vertice, in ruoli decisionali, abbia subito negli ultimi anni una flessione negativa. Spiegando anche di aver ‘’ notato alcuni ricorrenti, familiari, malsani modelli importati e replicati dal vecchio classico mondo giornalistico al nuovo, quello digitale’’.   (altro…)

‘’Boxino morboso’’ e fotogallery, serbatoi di stereotipi sessisti nel giornalismo sportivo online

2 Aprile 2014 Tag:, ,
sportIl lato B della pallavolo, l’ inno del Corinthians suonato da una pianista sexy, lo streap di  Marika Fruscio, soubrette napoletana che, sulla scia di Sabrina Ferilli, si è esibita in video alla vigilia di  Roma-Napoli dell’  ottobre scorso, i sexy-pronostici della ‘’Cremaschina’’.   L’ informazione sportiva è un grosso serbatoio di stereotipi sessisti e  Mara Cinquepalmi, giornalista esperta di  Data journalism e responsabile della rete GiULiA - Giornaliste Unite Libere Autonome – per l’ Emilia-Romagna, lo denuncia in un blog che analizza il modo con cui  l’informazione sportiva racconta le donne -  non solo le atlete -  e come le donne compaiono sui giornali sportivi.   (altro…)