free press

RIP San Francisco Bay Guardian

15 Ottobre 2014 Tag:, , , ,
Oggi mercoledì 15 ottobre esce l'ultimo numero dello storico free weekly della Bay Area di San Francisco, fondato nel 1966 da Bruce Brugmann e dalla moglie Jean Dibble. Una delle prime voci alternative e indipendenti del West americano, in questi 48 anni il San Francisco Bay Guardian ha cambiato in buona parte il volto della città – informando puntualmente su una varietà di questioni bollenti al crocevia tra cultura, società e politica, appoggiando con forza i candidati amministrativi progressisti e avendo effetti di lunga portata anche sullo scenario nazionale. (altro…)

Il declino della free press: saturazione del mercato e nascita dei monopoli

9 Gennaio 2014 Tag:,
Bakker-cop Nel 2007 in 31 paesi europei venivano diffuse ogni giorno 27 milioni di copie di quotidiani gratuiti: era il livello più alto raggiunto nella storia della free press quotidiana, cominciata nel 1995 nella capitale svedese, Stoccolma. Poi è arrivata la crisi, la pubblicità è calata rapidamente e l’ unica fonte di ricavi del settore si è presto prosciugata, tanto che nel 2012 la diffusione era scesa a 15 milioni di copie. E dai 140 quotidiani censiti nel 2007 si è passati a 75 del 2012. In quasi tutti i paesi sono sopravvissute una o due testate. La situazione di concorrenza si è trasformata in monopolio.   (altro…)

Free press in calo del 9% in Europa nel 2012

26 Febbraio 2013 Tag:, , , ,
City La diffusione della free press, i giornali gratuiti, in Europa è crollata del 9% in un anno, passando da 17,4 milioni del 2011 a 15,8 milioni di copie quotidiane nel 2012. Il numero di paesi con free press è rimasto stabile (27), ma il numero di testate è calato da 82 a 74. I dati sono stati pubblicati da Piet Bakker su Newspaperinnovation.com. (altro…)

Quotidiani gratuiti, resistono in Svizzera, crollo in Spagna e Italia

22 Settembre 2012 Tag:, , ,
Mentre in Svizzera il quotidiano più letto rimane il gratuito 20 Minuten (Tamedia) (1,4 milioni di lettori al giorno, secondo una ricerca della Wemf), in Spagna e in Italia le cose vanno sempre peggio per la free press.   (altro…)

Quotidiani, crollano le vendite ma crescono i lettori. In cerca di giornali ‘sensoriali’ e in 3D

27 Giugno 2012 Tag:, , , , , , , , ,
Nel 2011 si sono vendute, in Italia, poco meno di  4 milioni e mezzo di copie di quotidiani. Roba da anni Settanta, visto che dal 1980 in poi non si era mai scesi sotto i 5 milioni. Lontanissime quelle 6.808.501 copie del 1990, il picco di venduto più alto in assoluto registrato in Italia Eppure, nonostante la débacle delle vendite, segnala timidamente il rapporto Asig (l’ associazione degli stampatori), il numero di lettori regolari continua a crescere: 4 milioni in più di lettori sulle edizioni cartacee in dieci anni e, in soli due anni, 1 milione di lettori-navigatori in più sui siti online di testate quotidiane.  Nei due anni compresi tra il 2009 e il 2011, insomma, gli utenti delle edizioni web dei giornali sono aumentati del 47%   (altro…)