Etalia, confortanti i primi dati dopo tre mesi di attività

| 6 febbraio 2014 | Tag:,

etalia 40.000 utenti, oltre 200.000 pagine viste, tempo medio delle visite di 7 minuti, netta prevalenza di un target maschile tra i 20 e i 45 anni, anche se è in crescita il pubblico femminile.

A tre mesi dalla partenza, Etalia – la piattaforma che permette agli utenti di consultare e condividere notizie provenienti da molteplici fonti editoriali, costruire giornali personalizzati aggiornati in tempo reale e allo stesso tempo pubblicare contenuti- ha diffuso oggi i primi dati sulla sua attività.
 

In una nota la società rileva in particolare come siano ‘’molti i giornalisti freelance che hanno iniziato ad utilizzare la piattaforma per creare giornali online, su temi trasversali: dall’iper-locale ai temi di stretta attualità, dalla politica allo sport agli spettacoli’’.  

 
“Etalia – spiega Nicola Alex Tateo, CEO e cofondatore del sito insieme a Aldo Daghetta – propone una soluzione semplice e immediata agli attuali problemi dell’informazione online: riunisce in un unico ambiente tutte le principali fonti di contenuti e notizie, mette a disposizione del pubblico una nuova esperienza di lettura grazie alla flessibilità e alle molteplici possibilità di personalizzazione. Etalia – specifica Tateo – offre finalmente agli utenti l’occasione di essere premiati per quella preziosa attività di selezione e condivisione delle notizie che svolgono ogni giorno, gratuitamente, sul web”. 

 
Il modello economico su cui si basa il progetto permette a tutti gli utenti di vedere remunerata la propria attività online e incentiva al tempo stesso la diffusione e la circolazione delle informazioni. Tutti i ricavi generati dalla vendita dei contenuti e dalla pubblicità associata saranno ridistribuiti tra gli utenti coinvolti nel processo di valorizzazione dell’informazione, riservando una quota maggioritaria agli autori, ma remunerando anche chi ha contribuito a diffondere i contenuti con la propria attività di selezione/curation.

 
Tutte le transazioni sulla piattaforma avvengono in crediti Etalia, una moneta virtuale che può essere acquistata direttamente sul sito.
 
Etalia è stata fondata a Lugano (Svizzera) da Nicola Alex Tateo e Aldo Daghetta, giovani imprenditori italiani, sostenuti da investitori privati tra i quali Alessandro Profumo, Salvatore Bragantini, la famiglia Seragnoli di Bologna, la famiglia Monti, Ambrogio Calcaterra e Guido Puricelli di Milano e alcuni soggetti italosvizzeri.È in corso un nuovo round per finanziare lo sviluppo e una campagna di promozione in diverse città italiane, con incontri e workshop aperti al pubblico o riservati alle Università: Milano, Torino, Genova, Bologna, Roma, Napoli, Padova, Perugia sono alcune tappe di questo “Etalia tour”.

 

I commenti sono chiusi.