Etica: l’ EJC propone un Codice internazionale per giornalisti e blogger

| 23 ottobre 2010 |

Ejc

Cercare sempre la verità; rispettare la privacy a meno che non sia nell’ interesse pubblico; difendere la libertà di stampa e il diritto d’ autore; rifiutare discriminazione e sensazionalismo; rispettare la presunzione di innocenza e proteggere le fonti. Sono i cinque principi alla base di una bozza di Codice internazionale di etica dell’ informazione proposto dall’ European Journalism Centre che dovrebbe orientare la formazione di giornalisti e blogger e le loro decisioni professionali.

Il documento – che è possibile consultare qui – ha cercato di integrare le indicazioni contenute nei codici di Francia, Germania, Italia e Spagna con quelle dell’ Ethic Net britannico e del Codice etico del Cyberjournalist.

Howard Hudson, che sta curando il progetto per l’ EJC, ha spiegato che l’ ultima versione tiene conto di una risoluzione del Parlamento europeo del mese scorso, aggiungendo che il documento non è destinato a trasformarsi in norme di legge, ma resterà solo un punto di riferimento per la formazione e per le scelte editoriali e professionali.

Leggi anche:

I commenti sono chiusi.