Verso un giornalismo 2.0

| 9 ottobre 2006 |

  

Parallelamente al web 2.0 – una nuova visione di Internet basata su un insieme di approcci per usare la rete in modo nuovo e innovativo – si profila anche un giornalismo 2.0?

Ne è convinto Alberto Berlini, un giovane studente di Scienze della comunicazione all’ Università di Urbino, che nei giorni scorsi si è laureato (con 110 e lode) col professor Giovanni Boccia Artieri con una tesi in cui, fra l’ altro, delinea l’ orizzonte di questo nuovo giornalismo, frutto ”di una società digitale caratterizzata da dinamiche di comunicazione, e quindi dipotere, dal basso”, che si costruisce come ”forza concreta di una comunità che partecipa attivamente al processo informativo e politico”, attraverso ”una informazione libera e slegata dai legami di potere”.

La tesi (il cui testo integrale è pubblicato su http://digilander.libero.it/l.albatros/ ) si intitola ‘’Reporter diffuso”. (segue).

I commenti sono chiusi.