Citizenbay: citizen journalism localmente corretto

| 23 ottobre 2006 |

Proseguono gli esperimenti di citizen journalism. Appena lanciato in USA,Citizenbay Citizenbay propone una varietà di canali per altrettante città e cittadine, aperti esclusivamente ai contenuti forniti dagli utenti. Generato e moderato dalla comunità, il sito abbraccia lo slogan “Think local!” e pubblica notizie, eventi, annunci e quant’altro riguarda le enclave locali—da Murfreesboro a New York, da Cunningham a Los Angeles. A rendere unica l’iniziativa è il fatto che gli utenti votano ogni giorno i vari post, e gli autori dei 10 pezzi più votati per ogni maggiore località ricevono fino a 10 dollari di compenso. Ottimo incentivo per alzare la qualità (e la frequenza) degli articoli. Il sito è assai ben organizzato, inclusi tool per creare comunità interne e un dettagliato Citizenbay Code of Honor a cui i cittadini-giornalisti devono attenersi nella pubblicazione di notizie. Complessivamente, un promettente miscuglio tra il sistema di votazione reso famoso da Digg, il forte interesse locale tipico del grassroot journalism e la ricompensa basata sull’innovativo modello dei micro-pagamenti. Importante: già attiva un’analoga versione dedicata all’intera Francia.

I commenti sono chiusi.