New York Times

È di un borsista l’articolo più letto del New York Times nel 2013

26 Gennaio 2014 Tag:, ,
NYTcopL’ articolo più letto sulle edizioni digitali del New York Times nel corso del 2013 non è stato scritto da qualche grande nome del giornalismo americano e nemmeno da Angelina Jolie (quarto posto) o Vladimir Putin (quinto in classifica), ma da un giovane borsista, Josh Katz. Si tratta di un pezzo dal titolo ‘’How Y’ all, Youse and You Guys talk’’, un sondaggio sull’ uso della lingua negli Stati Uniti che, attraverso un questionario, consentiva di tracciare una mappa linguistica del paese. E’ stato pubblicato il 21 dicembre e in soli 10 giorni ha conquistato il primo posto nella classifica degli articoli più letti, superando come numero di lettori persino due servizi sulla vicenda degli attentati alla Maratona di Boston (secondo e terzo posto).   (altro…)

Il native advertising sul New York Times, come distruggere un tesoro nazionale

9 Gennaio 2014 Tag:, , ,
NYT L' uso esteso del native advertising accelererà il crollo del settore dei media. Giornali e uomini di marketing devono riprendere i sensi e fermare questa pratica, ora. Una durissima critica al sistema in grande ascesa del ‘’native advertisement’’ viene da Tom Forensky, uno dei più ascoltati osservatori dell’ editoria digitale,  in un articolo su Memeburn, dove giudica sciagurata la decisione del New York Times di ricorrere a questa nuova forma di pubblicità (‘’ingannevole’’).   (altro…)

Un anno di ‘’snowfalling’’, una nuova, matura tecnica di narrazione multimediale

20 Dicembre 2013 Tag:, ,
SnowfallingUn unico luogo dove tenere assieme e in vita contenuti diversi invece che disperderli in tanti articoli (messi insieme al massimo da qualche tag).   Un nuovo modo di scrivere e pensare il reportage. Soprattutto per vicende che non si esauriscono in uno spazio di tempo definito ma che ‘’continuano a crescere e ad aggiornarsi continuamente’’.   E’ così che Lelio Simi ricostruisce le potenzialità e il senso di quel nuovo genere di narrazione giornalistica che ormai viene chiamato ‘’snowfalling’’, da Snowfall, il titolo del reportage multimediale realizzato un anno fa dal New Yok Times.   (altro…)

Il NYT alla ricerca della massima profondità di narrazione giornalistica

9 Dicembre 2013 Tag:, , , , ,
NYT Per oltre un anno una giornalista e una fotografa hanno seguito per il  New York Times la vita di Desani, una ragazzina americana di 11 anni che sopravvive con i suoi sette fratelli e i genitori tossicodipendenti in uno scalcinato e drammatico asilo per senzatetto di Brooklyn, realizzando – con la collaborazione di altre 18 persone –Invisible Child,  un altro, grande esempio di  snowfalling.   (altro…)

Ritratti della memoria, un reportage-tesi di laurea sul G8 di Genova

7 Dicembre 2013 Tag:, , , , ,
G8-copgen La tecnica giornalistico-narrativa di The Portraits of Grief, la collezione di storie-necrologi realizzata dai giornalisti del New York Times per  l’ 11 settembre, applicata ai fatti del G8 di Genova. E’ questo ‘’ I ritratti della memoria:  16 voci per raccontare il G8 di Genova’’ la Tesi con cui Margherita Cavallin si è laureata in Comunicazione all’ Università di Padova (relatore il professor Raffaele Fiengo) nell’ ottobre scorso.   Ne viene fuori un affresco vitale e tragico di quei terribili giorni del luglio 2001 attraverso le voci di alcuni dei ‘’protagonisti’’ : il giornalista embedded, il militante di Rifondazione, lo studente in viaggio in bici verso l’ Olanda, la madre di una manifestante, che non aveva avuto notizie di sua figlia per giorni, il giovane avvocato di belle speranze, Suor Patrizia, e poi via via gli altri. Fino ai poliziotti: un agente, F. P.,  un ex dirigente della Ps di Imperia e il poliziotto-scrittore Riccardo Gazzaniga, vincitore del Premio Calvino con il suo romanzo, A viso coperto.   (altro…)