Freedom of Information Act

Freedom of information act: perchè i media italiani lo ignorano?

28 Ottobre 2014 Tag:, , , , , , , ,
freedomofinformation1Gli anglofili lo conoscono come Freedom Of Information Act, l' acronimo F.O.I.A. circola liberamente in rete e sui giornali di carta da anni, se non decenni; i paesi più evoluti lo hanno adottato da tempo, negli Stati Uniti è legge dello stato dal 1966, da noi non è nemmeno nei pensieri del legislatore.   O meglio, era stato inserito nei proclami del nostro premier.   (altro…)

Trasparenza in Italia: “vorrei ma non posso” o “potrei ma non voglio”?

30 Aprile 2014 Tag:, , , , ,
FoiaIt Cresce nel mondo la consapevolezza che istituzioni più trasparenti sono un bene e un volano per il funzionamento delle istituzioni stesse, per l’ economia dei Paesi, per il corretto sviluppo delle loro società, piuttosto che per la pratica di un giornalismo di qualità che non sia mera cronaca degli eventi, ma che sia in grado di anticiparli e leggerli attraverso la lente cristallina dei fatti.   Tale consapevolezza, insieme alla richiesta di un’ azione più incisiva verso una reale trasparenza delle istituzioni, cresce naturalmente anche in Italia, un Paese che ha fatto della segretezza il carburante naturale della macchina pubblica.   (altro…)

#Chigileaks: il governo Monti fra bufale e silenzi (in 4 tweet)

23 Febbraio 2013 Tag:, , , , ,
immagine in primo pianoIl governo continua a giocare sul filo sottile delle parole in un deleterio equilibrismo semantico. E il mondo dell’informazione, purtroppo, spesso non aiuta a fare chiarezza.   Dopo l’annuncio trionfale del 22 gennaio, infatti, il Consiglio dei Ministri ha annunciato nuovamente di aver introdotto il FOIA anche in Italia: “si stabilisce il principio della totale accessibilità delle informazioni. Il modello di ispirazione è quello del Freedom of Information Act statunitense”, ripete il nuovo comunicato stampa.   Ecco, non è vero e non poteva esserlo.   (altro…)

Trasparenti per caso: un impegno concreto per un FOIA in Italia

4 Febbraio 2013 Tag:, , , , ,
foia_elezioni2013Il 22 gennaio la Presidenza del Consiglio dei Ministri annunciava con un comunicato stampa l'introduzione in Italia di un Freedom of Information Act (FOIA). Della vicenda abbiamo dato ampia menzione qui e qui.   La Iniziativa per l’adozione di un Freedom of Information Act in Italia – di cui Lsdi fa parte - ha contestato tale affermazione e chiesto chiarezza alla Presidenza attraverso una campagna congiunta che ha visto protagoniste diverse sigle e singoli attivisti. Ma senza ottenere risposta.   Proprio alla luce della confusione e disinformazione generate dal comunicato della Presidenza,  Iniziativa ha deciso di chiedere ai candidati alle elezioni 2013 di assumere un impegno concreto per introdurre davvero un FOIA in Italia. Lo ha fatto tramite e-mail e Twitter – utilizzando la neonata piattaforma twitantonio.   Per adottare questa campagna basta scaricare il testo dell'appello e inoltrarlo tramite e-mail ai tuoi candidati, oppure copia-incollare il tweet e re-twittarlo. Tutti i dettagli sono qui.

Openness e statistiche: l’Italia tra i paesi più avanzati al mondo. Ma sarà vero?

3 Febbraio 2013 Tag:, , , , , , , ,
Open-data“Ci sono tre specie di bugie: le bugie, le bugie sfacciate, e le statistiche”.  Alcuni recenti studi in materia di open data e diritto di accesso alle informazioni pubbliche sembrano confermare la celebre teoria di Benjamin Disraeli, scrittore e politico inglese.  Uno studio della Commissione europea piazza l’Italia tra i paesi più avanzati in termini di utilizzo dei dati aperti nell’Unione europea, pochissimo dietro alla Gran Bretagna di Tim Berners Lee. L’Italia risulterebbe un paese avanzato anche in termini di “right to know”, ovvero quel diritto di sapere e di accedere alle informazioni pubbliche sancito nel resto del mondo democratico dal Freedom of Information Act.   I fatti recenti, tuttavia, ci dicono che non è esattamente così.   (altro…)