banda larga

dalla XXXVIII Assemblea Nazionale ANCI è tutto a voi studio

17 Novembre 2021 Tag:, , , , , , , ,
Basta sfogliare il "Catalogo Expo" della XXXVIII Assemblea Annuale dell'ANCI, tenutasi a Parma nei giorni 9, 10 e 11 Novembre, per capire molto di come verranno spesi i soldi del PNRR. Molti dei finanziamenti contenuti nel  Piano di Ripresa e Resilienza finanziato  dall'Unione Europea finiranno  proprio nelle mani dei Sindaci e  dei Comuni italiani; Comuni che, stando al sottotitolo di un roboante "Rinasce l'Italia", saranno al centro della nuova stagione del Paese. Staranno davvero così le cose? Le premesse non sono le migliori. E il cattivo presagio - perdonerete l'ironia, ma a volte aiuta ad alleggerire le cose - costituito dai brand che hanno pagato ciò che aveva molto di più l'aria di una fiera più che di una assemblea "costituente";  è stato purtroppo rafforzato da alcune "non meglio precisate" presenze - si scherza - che hanno arringato la folla di sindache e sindaci, assessore e assessori, consigliere e consiglieri: nientepopodimeno che Albertini, Sgarbi e Veltroni? Ovvero tre sindaci - o ex primi cittadini - direttamente arrivati sul posto con "la macchina del tempo", e non con il torpedone d'ordinanza. Facciamo un elenco dei nomi  degli sponsor presenti sul campo di gara dell'assemblea nazionale dei sindaci

Elezioni o Della Democrazia

30 Settembre 2021 Tag:, , , , , , , , ,
L'andare al voto è sempre, o almeno dovrebbe essere, un momento importante per tutti noi "corpo elettorale", soprattutto in una democrazia, quale è il nostro Paese. Le condizioni maturate negli ultimi due anni, ovvero l'essere finiti nostro malgrado dentro ad una pandemia, con tutto quello che questo ha rappresentato e in parte, ancora,  rappresenta per il mondo intero, non hanno certo facilitato,  l'esercizio della democrazia. In molti paesi, anche da noi, si è dovuto ricorrere a misure di gestione e organizzazione della "cosa pubblica", che hanno in buona parte, sospeso, la gestione democratica, esautorando di fatto molte delle funzioni parlamentari, e dando poteri quasi assoluti al Governo e in particolare al Presidente del Consiglio. Tornare al voto è quindi, oggi più che mai, un bel segnale per rimettere in moto la funzione più democratica dello Stato, e degli Stati del mondo. Pochi giorni fa la Germania ha cambiato quasi del tutto il proprio assetto politico, proprio grazie al voto popolare. Nei prossimi giorni anche da noi le persone che ne hanno diritto e facoltà, potranno, attraverso le urne, esprimere la propria volontà in una tornata elettorale "amministrativa", molto significativa, nella sua portata,

Il 5G nel PNRR – una ricognizione e qualche considerazione

9 Giugno 2021 Tag:, , , , , , , ,
La pandemia di Covid-19 ha colpito l’economia italiana più di altri Paesi europei. Nel 2020, il prodotto interno lordo si è ridotto dell’8,9 per cento, a fronte di un calo nell’Unione Europea del 6,2. L’Italia è stata colpita prima e più duramente dalla crisi sanitaria. Le prime chiusure locali sono state disposte a febbraio 2020, e a marzo l’Italia è stata il primo Paese dell’UE a dover imporre un lockdown generalizzato. Ad oggi risultano registrati quasi 120.000 decessi dovuti al Covid-19, che rendono l’Italia il Paese che ha subito la maggior perdita di vite nell’UE.
      Questo è il brano d’esordio della premessa di Mario Draghi al PNRR, il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, lo strumento con cui si avvia un piano di investimenti di impressionanti dimensioni, per far fronte alla crisi sociale ed economica (almeno queste sono le intenzioni degli estensori del piano, noto anche come Recovery Plan). Usiamo, ancora, le parole del Presidente del Consiglio per spiegare il contesto.      
L’Unione Europea ha risposto alla crisi pandemica con il Next Generation EU (NGEU). È un programma di portata e ambizione inedite, che prevede investimenti e riforme per accelerare la transizione ecologica e digitale;

La rete strappata

24 Novembre 2015 Tag:, , , , , , ,
digital champions   C’è uno strappo nella realtà della rete italiana. Un prima e un post Italian Digital Day.     Lo spartiacque è l’evento promosso dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri che si è tenuto alla Reggia di Venaria, coinvolgendo, di fatto, la realtà dei Digital Champions. È uno strappo che non ha a che fare solo con i contenuti emersi da alcune parole dei relatori riportate dai media di massa– ad esempio quelle controverse di Matteo Renzi sul taggare e “inseguire” le persone a partire dalle tracce che lasciano in rete – ma con una forma, quella dell’evento, a forte stampo comunicativo, che avrebbe promosso una narrazione di Governo sull’innovazione del Paese che a molti è parso puro storytelling nel vuoto di governance. E dicendo “molti” intendo una crescita nei profili Facebook e Twitter, in diversi blog e testate online di dissenso esplicito anche rispetto alla realtà dei Campioni Digitali. (altro…)