Restyling sociale per USA Today: funzionerà?

| 6 Marzo 2007 |

USA Today«Crediamo fermamente che i nostri articoli siano l’inizio della conversazione non l’ultima parola». Questa una delle annotazioni che introducono il restyling sociale di USA Today, maggior quotidiano cartaceo d’oltreoceano. Con l’aggiunta di un community center e di spazi personali per utenti registrati, l’elenco condensato dei pezzi che trattano un singolo tema e quelli più letti, le raccomandazioni e ulteriori “new carousel features”. Secondo alcuni addetti ai lavori si tratta solo dell’assaggio di «quanto dovremo aspettarci dalle grandi testate nei prossimi anni». In linea con analoghe aperture generali annunciate dal gruppo Gannett. Altri dimostrano invece un sano scetticismo: «Certo, USAToday (e WSJ, NYTimes, etc.) vogliono essere le ‘destinazioni’ dove la gente va invece di seguire i ritorni dei feed RS», scrive Stowe Boyd. «Ma ci andremo veramente? Specialmente quando ce ne sono decine o centinaia in giro? A quante di queste news application dobbiamo registrarci? E se si vuole creare un’esperienza sociale intorno all’informazione, non sarebbe meglio che sia aperta? Come la blogosfera?» Be’, non è che abbia tutti i torti. Senza tuttavia dimenticare che parte dei lettori «vogliono socializzare con i giornalisti dei quotidiani», aggiunge Mathew Ingram, che copre l’ambito tecnologico per il canadese Globe and Mail. E quindi anche un grande «media outlet può diventare una destinazione sociale». Almeno in teoria.

Print Friendly, PDF & Email

Leggi anche:

  • Un weblog sulla libertà  di stampa e un nuovo sito per il Premio Ilaria Alpi on line da oggi all’indirizzo Internet http://www.ilariaalpi.org/dblog il weblog collettivo promosso dall’Osservatorio Ilaria Alpi di Riccione e dedicato alla libert di stampa […]
  • Di sana e robusta Costituzione Il 2 Febbraio è stata una data importante per noi di Lsdi perché, al lavoro necessario per la costruzione di una coscienza e una cultura digitale, declinato nelle edizioni toscane di digit […]
  • Go Pokemon Go Pokemon GO  è un gioco che grazie ad un'interfaccia di realtà aumentata permette di catturare personaggi della fantasia << i pokemon >>, appunto,   non nel gioco ma dentro […]
  • Social media e mainstream media: un summit alla BBC La BBC ha tenuto la settimana scorsa un summit per analizzare come i media mainstream stiano utilizzando i social media e affrontando i problemi che essi pongono. Nel corso dell' […]
  • Allarme rosso per l’ arte della fotografia In un editoriale dal titolo “Allarme rosso” PotereFotografico apre un dibattito sullo stato dell’ arte della fotografia per “cercare di salvare il salvabile” – Non è “giusto rassegnarsi […]

I commenti sono chiusi.