www.foia.it

Perché serve una consultazione pubblica sul FOIA italiano

4 Novembre 2015 Tag:, , , ,
130 ottobre 2015 - Il primo Freedom of Information Act italiano diventerà legge entro l’anno. Lo ha confermato ieri l’On. Anna Ascani (PD) durante una conferenza stampa alla Camera dei Deputati. Questa nuova legge sulla libertà di accesso all’informazione, già presente in più di 100 paesi e universalmente riconosciuto come cardine della trasparenza e dell’Open governement, è anche oggetto di una petizione su Change.org firmata da più di 41mila italiani.   Ad oggi l’unico testo depositato dalla maggioranza alla Camera è la proposta di legge 3042 a firma di Anna Ascani (PD) dello scorso 15 aprile che, insieme all’On. Paolo Coppola (PD) ha anche inserito la delega (Art.7 comma 1 lett H) al Governo al Foia nella riforma dell’Amministrazione Pubblica varata lo scorso agosto.   La delega dà tempo al Governo fino al 28 febbraio 2016 per promulgare il Foia con un decreto legislativo. Il testo proposto solleva però non poche preoccupazioni all’interno di Foia4Italy, l’iniziativa che raggruppa 32 organizzazioni della società civile che, lo scorso febbraio, ne aveva presentato la prima bozza all’Intergruppo innovazione.   A 120 giorni dalla scadenza della delega per promulgare la legge, Foia4Italy chiede che il governo recepisca le raccomandazioni degli esperti

Trasparenti per caso: un impegno concreto per un FOIA in Italia

4 Febbraio 2013 Tag:, , , , ,
foia_elezioni2013Il 22 gennaio la Presidenza del Consiglio dei Ministri annunciava con un comunicato stampa l'introduzione in Italia di un Freedom of Information Act (FOIA). Della vicenda abbiamo dato ampia menzione qui e qui.   La Iniziativa per l’adozione di un Freedom of Information Act in Italia – di cui Lsdi fa parte - ha contestato tale affermazione e chiesto chiarezza alla Presidenza attraverso una campagna congiunta che ha visto protagoniste diverse sigle e singoli attivisti. Ma senza ottenere risposta.   Proprio alla luce della confusione e disinformazione generate dal comunicato della Presidenza,  Iniziativa ha deciso di chiedere ai candidati alle elezioni 2013 di assumere un impegno concreto per introdurre davvero un FOIA in Italia. Lo ha fatto tramite e-mail e Twitter – utilizzando la neonata piattaforma twitantonio.   Per adottare questa campagna basta scaricare il testo dell'appello e inoltrarlo tramite e-mail ai tuoi candidati, oppure copia-incollare il tweet e re-twittarlo. Tutti i dettagli sono qui.