link

Oltre la crisi: le proposte dei giornalisti (sg)

10 Novembre 2019 Tag:, , , , , ,
La chiusura, purtroppo per certi versi, definitiva, degli Stati generali dell'editoria voluti dal Governo giallo-verde, si è consumata il 4 luglio scorso, a partire dalle ore 10, presso la nuova aula dei Gruppi parlamentari della Camera dei Deputati. Era un giovedì e c'era parecchio caldo. Perdonate l'ironia. Ma sembrano davvero passati eoni, non mesi, da quel giorno. Nel frattempo un Governo è caduto, ne è subentrato un altro con una diversa maggioranza (che di già vacilla e barcolla parecchio assai, se ci è permessa una notina polemica), ma soprattutto il mondo del giornalismo e dell'editoria italiana, è ritornato nel marasma più totale, senza che l'apertura decisa,  voluta dal Governo precedente, e i conseguenti incontri degli Stati generali, abbiano lasciato una traccia, anche minima, sul comparto. Magari sbagliamo, ma questa è la percezione dal nostro osservatorio. Vedremo. I segnali per il momento non sono buoni,  purtroppo. Gli intrecci tra i vari mondi che compongono il settore, appena appena accennati, durante le consultazioni degli Stati generali, stanno già scemando. La fase finale del percorso di conoscenza e confronto è venuta meno prima ancora  di cominciare con la crisi di Governo. Del convegno di ottobre a

Google, arrivano le prime richieste di rimozione dei link. Ecco come si fa (e altre segnalazioni)

25 Maggio 2014 Tag:, , , , , , , , , , , , ,
Delete- Google, arrivano le prime richieste di rimozione dei link. Ecco come si fa - Membership e giornali (due idee per discuterne) - Esiste la censura sul web, in Italia? E funziona? - La prima pagina è morta: il futuro (digitale) del giornalismo (altro…)

Se un link non crea ‘’nuovo pubblico’’ non viola il copyright

17 Febbraio 2014 Tag:, , ,
Curia Inserire sul proprio sito un link a un contenuto che un altro sito mette gratuitamente a disposizione del pubblico non richiede nessuna autorizzazione da parte di chi ne detiene il copyrighyt.   Lo ha deciso la Corte europea di giustizia, in una sentenza datata 13 febbraio spiegando che – come riporta Hollywoodreporter  - il link non comporta la comunicazione di quei contenuti ad un nuovo pubblico. E quindi, secondo la direttiva europea 2001/29, dal momento che non c’ è un nuovo pubblico, non è richiesta l’ autorizzazione dei detentori del copyright.   (altro…)