Link journalism

Un nuovo sito per promuovere il giornalismo dei link

26 Ottobre 2008 Tag:,
out-77.jpg Publish2 è stato lanciato ufficialmente anche se è ancora in fase beta – Il sistema permette di scegliere, organizzare e pubblicare sul proprio sito web i link relativi a materiali su uno stesso argomento, costruendo così del valore aggiunto alla propria pagina con una operazione editoriale che non richiede lavoro aggiuntivo ----------

E’ stato lanciato ufficialmente Publish2, un sito/applicazione web sviluppato per promuovere il “link journalism” nelle redazioni (vedi Lsdi, Un sito di “giornalismo dei link” è primo nella classifica Usa).

Il suo co-fondatore e CEO, Scott Karp, ha spiegato che il sito – che è ancora in fase beta per incoraggiare i feedback da parte degli utenti – è stato lanciato in maniera ufficiosa alla fine dell’ estate, ma ora ha una sezione aperta a tutti dietro registrazione.

(altro…)

Usa: un nuovo sito di ‘giornalismo dei link’ farà concorrenza a Drudge Report e Huf Post

14 Settembre 2008 Tag:, ,
Tina Brown Lo sta per lanciare Tina Brown (nella foto), una stella del giornalismo americano – Si chiamerà The Daily Beast e sarà soprattutto un aggregatore di notizie e di link per orientare gli internauti nelle loro scelte ----------

Una delle stelle del giornalismo Americano, Tina Brown – veterana del New Yorker e di Vanity Fair, si appresta a lanciare ai primi di ottobre (alla vigilia delle elezioni Usa) un novo sito di aggregazione di notizie e di link, per aiutare gli internauti a fare le loro scelte sul web.

Il sito – spiega Mediawatch-Afp – avrà il sostegno finanziario di Barry Diller, padrone del gigante IAC (InterActiveCorp, un grosso congolomerato mediatico Usa). Si inscrive nell’ attuale boom del « link journalism (giornalismo dei link) » e punta a fare concorrenza diretta a Drudge Report ed  Huffington Post.

Si chiamerà « The Daily Beast », un titolo che ricorda le vicende di  « Scoop », il grande romanzo sui corrispondenti di guerra scritto da Evelyn Vaugh nel 1938, e che richiama il gergo delle redazioni angloamericane che devono ogni giorno scrivere