integrazione

Migrazioni: utilizzare i media per “sentirsi a casa”

28 Maggio 2008 Tag:, ,
In fila per il permesso di soggiorno I media come “cornice portatile” in cui infilarsi per “tornare a casa” nei momenti di spaesamento – Una tesi di un ricercatore della Iulm - Il caso della BBC, che non avrebbe più una funzione di integrazione culturale nei confronti delle ultime ondate migratorie, spinte così a rifugiarsi sempre di più nei media dei paesi d’ origine ----------

Si parla spesso di come i media rappresentano i migranti, mai di come questi ultimi utilizzano i media per abbattere il confine che si portano addosso. E’ su questa tema che su Meltingpot.org, Alessandra Sciurba ha intervistato Tiziano Bonini, un ricercatore alla Iulm di Milano che ha appena finito la sua tesi di dottorato dal titolo “Turisti, migranti, vagabondi: tornare a casa/sentirsi a casa con i media”.

Secondo il ricercatore, in particolare, i media possono essere “una specie di scenografia portatile, una cornice portatile che uno tira fuori nei suoi momenti di disperazione, di spaesamento, di nostalgia , e mettendosi dentro questa cornice, inserito dentro questa cornice, può temporaneamente e in maniera molto fragile sentirsi a casa”.

L’ integrazione delle redazioni sta davvero funzionando?

25 Gennaio 2008 Tag:
Logo Goteborg Su questo tema ruoterà il World Editors Forum, che si terrà ai primi di giugno in Svezia insieme al 61/o Congresso dell’ Associazione mondiale dei giornali (Wan) – Al centro degli incontri (previsti oltre 1500 partecipanti) anche la formazione dei giornalisti nei new media, l’ User-generated content, i cellulari come supporto all' editoria giornalistica, la tendenza all’ informazione iperlocale, il copyright ---------- L’ integrazione carta-online nelle redazioni sta davvero funzionando? I direttori di quattro dei più prestigiosi giornali del mondo ne discuteranno al 15/o World Editors Forum, in programma a Goteborg (Svezia) ai primi di giugno. Javier Moreno (El Pais, Spagna), Bruno Patino (Le Monde Interactif, Francia), Jim Roberts (Digital News, New York Times, Usa) e Almar Latour (wsj.com, Wall Street Journal, Usa), saranno i protagonisti di una sessione del Forum dedicato a successi e fallimenti registrati dai giornali che sono nel pieno del processo di integrazione fra redazioni cartacee e online. Data l’ importanza della questione – spiegano gli organizzatori -, quest’ anno il Forum – che si terrà dall’ 1 al 4 giugno, in concomitanza come al solito con il 61/o Congresso della World Association of Newspaper (Wan) -, sarà dedicato proprio al