gig economy

#digitOnTour 20-21-22 gennaio Bologna, Milano e Torino

12 Gennaio 2020 Tag:, , , , , , , ,
Alla via così, "in direzione ostinata e contraria", torna digit, il nostro festival nazionale su informazione e comunicazione dentro la nostra epoca digitale, declinato in  molteplici forme e diverse varietà. Con l'anno a cifra doppia, o meglio "il bisestile ripetuto",  come qualcun altro l'ha definito, tagliamo il tagliando numero nove per digit, e quello numero 16 per lsdi (in quanto anni di esistenza in vita),  e vorremmo proporre qui e in giro per l'Italia, attraverso i nostri studi e i contenuti dal vivo, una nuova modalità di fruizione delle nostre specifiche ricerche sul mondo che viviamo.  Un mondo in transizione: da analogico a digitale. Un mondo in trasformazione, un mondo in perenne crisi (quelle c'erano anche prima, a dire il vero); dove però è l'identità culturale di ciascuno di noi ad essere in particolare crisi. Abbiamo imparato ad essere individui, poi ci hanno convinto dell'esistenza delle masse e della cultura di massa, ed ora torniamo ad essere nuovamente individui. Singoli diamanti, magari "grezzi", per dirla come dentro ad una favola moderna, ma ancora e sempre di più, parti uniche di un sistema composito, multiplo, stratificato, in una parola: complesso.

Un altro anno di Lsdi (Auguri di Natale)

22 Dicembre 2019 Tag:, , , , , , , , , ,
Buongiorno, e buon Natale. Anche noi proviamo a prenderci una breve pausa per le feste, e come accade da qualche anno, mettiamo un piccolo stop alla quotidianità, e affidiamo i nostri prossimi due/tre post, alla redazione di un resoconto dei fatti e dei personaggi, transitati da queste parti nel corso dell'anno che ora volge al termine. Partendo dunque dal primo pezzo del 2019, datato 6 gennaio, iniziamo la disamina degli argomenti trattati nei nostri articoli, e iniziamo davvero col botto - permetteteci la battutaccia da ultimo dell'anno -  visto che l'inizio del 2019 qui a Lsdi, è stato dedicato al lavoro dello storico israeliano Yuval Noah Harari, e ad un argomento davvero fondamentale per il nostro particolare percorso di comprensione e conoscenza del mondo in cui viviamo (perlopiù digitale) che, Harari stesso definisce:  datismo.  
Che cosa potrebbe rimpiazzare i desideri e le esperienze come fonte di tutto il significato e l'autorità? Ad oggi, nella sala d'aspetto della storia c'è solo un candidato per questo colloquio di lavoro: ed è l'informazione. La religione emergente più interessante è il datismo, che non venera né gli dèi né l'uomo -- ma venera i dati.
    Estraiamo brevemente da

Come funziona una techno-corporation

18 Agosto 2019 Tag:, , , , , , ,
   La notizia è ghiotta e di strettissima attualità. I monopattini elettrici, dopo aver ricevuto il bene placito del Comune di Milano per circolare liberamente nel territorio cittadino, da Ferragosto sono stati bloccati dagli stressi amministratori milanesi per motivi di sicurezza e in attesa  di regole certe sull'utilizzo. Regole, che il Comune si appresta ad emanare, ma che ancora di fatto non esistono. L'uso di questi mezzi "ecologici" per aiutare i residenti a coprire "l'ultimo miglio" dei loro spostamenti nel centro storico allargato del capoluogo lombardo,  è durata poco più di 15 giorni. Ma piccoli incidenti, multe a raffica, e disagi vari alla cittadinanza "non mono-pattinante", (si scherza),  hanno convinto gli assessori competenti a ritirare -  per il momento -  il permesso di noleggio dei mezzi alle ditte che gestiscono il servizio a Milano. Ebbene, fra le varie aziende interessate dal provvedimento e più in generale al "business", dei monopattini elettrici, troviamo una compagnia "globale", nata in un garage in un campus degli Stati Uniti,  che si chiama LIME, su cui, grazie ad un eccellente articolo di Nicola Zamperini -  che ci ha concesso di pubblicarlo integralmente - vorremmo provare

Agricoli o digitali, sempre braccianti siamo

9 Giugno 2019 Tag:, , , , , , , ,

Questa è la Rotonda di Melito di Napoli. Quando Aboubakar Soumahoro giunse in Italia gli amici con cui divideva la casa gli spiegarono che per andare a lavorare era necessario svegliarsi alle cinque del mattino per raggiungere la rotonda di Melito, a piedi o in bicicletta, e poi aspettare che passasse qualcuno “in cerca di braccia”. Guardando questa immagine ho visto Aboubakar arrivare in bicicletta a quella rotonda, contento della prima giornata di lavoro e impaurito delle macchine che gli sfrecciavano vicino lungo la Circumvallazione Esterna di Napoli. Ho pensato a quante volte abbia fatto quel tragitto e quante altre persone lo abbiano fatto con lui.   Quella raccontata da Aboubakar Soumahoro in questo libro, “Umanità in Rivolta”, è anche la storia di quelli che non sono riusciti ad arrivare in Italia e di quelli che, una volta arrivati, sono morti ammazzati dal lavoro. Lavoratrici e lavoratori che hanno perso la vita nello svolgere le loro attività o nelle battaglie per difendere compagni che hanno perso il lavoro o per la conquista di diritti.  

***

  --> 25 Dicembre 1996:

La certezza della prova

17 Marzo 2019 Tag:, , , , , , , , , , , ,
Ogni volta che riusciamo a portare fino in fondo e poi a compimento uno dei nostri piccoli appuntamenti dal vivo, quelli che si chiamano : digit (neutro, nè maschile nè femminile please); siamo tutti molto contenti qui a bottega e anche decisamente distrutti ed esausti. Come si dice nella retorica comune? Stanchi ma felici proviamo a riassumere, per chi volesse prestare ascolto, e si fosse perso le puntate precedenti, gli avvenimenti dell'ultimo nostro appuntamento #digit19 appena andato in scena a Prato presso il Polo Universitario della città del tessile.     Nella due giorni del 14 e 15 marzo scorso abbiamo assistito nell'ordine:  ad un picchettaggio con assalto al treno da parte di una numericamente scarsa ma molto combattiva pattuglia di anti-5g che prima hanno protestato, con banchino accluso, davanti alla sede universitaria e poi sono intervenuti personalmente al dibattito in corso nell'aula magna del PIN portando contenuti - forse un pochino fuori tema -  ma che hanno comunque arricchito l'evento in corso. Contenuti e domande alle quali i relatori del convegno hanno provato a rispondere. Del resto la funzione precipua  del convegno, gratuito e aperto a tutti, rimane la formazione dei giornalisti, e