Diffusione

Si allarga la crisi dei giornali Usa, diffusione a meno 5% e nuovi tagli agli organici

1 Novembre 2008 Tag:, , , ,
out-99.jpg Mentre crescono i lettori online (più 16%) , calano quelli dei quotidiani di carta (diffusione a meno 5%), e ogni giorno vengono annunciati nuovi progetti di ridimensionamento degli organici ----------

La vicenda del Cristian Science Monitor illustra bene la situazione di crisi dei giornali Usa. Crescono costantemente i visitatori dei siti web  e diminuiscono con lo stesso ritmo i lettori dei giornali di carta. Anzi, quest’ ultimo processo accelera, come mostrano i dati secondo cui in primavera ed estate 2008 le vendite sono calate di circa il 5% rispetto allo stesso periodo dell’ anno scorso.

Il calo nelle vendite nei giorni feriali va dall’ 1,9% del Washington Post al 13,6%  dell’ Atlanta Journal-Constitution.

I dati, diffusi dall’ Audit Bureau of Circulations, mostrano in particolare che la diffusione di  Houston Chronicle, Boston Globe, Star-Ledger of Newark, Philadelphia Inquirer, Orange County Register e Detroit News è calata del 10%. Le eccezioni, fra i giornali nazionali, sono USA Today e Wall Street Journal, i due quotidiani più diffuse, che sono rimasti sostanzialmente Fermi a 2,3

Forte crescita dei giornali online Usa, mentre metà del calo nella diffusione della stampa sarebbe pilotata

2 Maggio 2008 Tag:, , ,
Tabella L’ audience dei siti web dei quotidiani è cresciuta in tre anni da 39 a 63 milioni al giorno, col raddoppio delle pagine viste – Per quanto riguarda la stampa scritta almeno il 50% dei tagli nella diffusione sarebbero voluti dal management per risparmiare sui costi eliminando la distribuzione in zone lontane e fuori mercato ----------

Mentre è ancora forte lo shock per le notizie sulle dimensioni dell’ ulteriore calo della diffusione dei maggiori quotidiani Usa (vedi ad esempio Fnsi, Crollano le vendite stampa in Usa), dall’ insieme dei dati sull’ industria dei giornali che vengono fuori in questi giorni qualcuno riesce a cogliere anche degli aspetti positivi.
Per esempio Nielsen Online annuncia che l’ audience dei lettori dei giornali in rete è fortemente cresciuta, passando dai 38.97 milioni del dicembre 2004 ai 63.05 milioni del dicembre 2007.

Mentre un articolo su MediaLifeMagazine sottolinea come molti giornali stiano aumentando la diffusione, mentre in gran parte dei casi i tagli nella diffusione sarebbero pilotati dal management per risparmiare la distribuzione in aree esterne ai mercati e alle comunità

Dimezzati in 60 anni gli americani che comprano un quotidiano

1 Maggio 2008 Tag:, ,
I dati sulla diffusione Sono 18 su 100 contro i 36 del 1946 - La diffusione, intorno ai 50 milioni di copie, ha raggiunto il livello più basso in 60 anni, mentre la popolazione è raddoppiata – Il calo è ancora più accentuato nei domenicali - I dati dell' Audit Bureau of Circulation ----------

Il declino, sempre più accelerato, della diffusione ha portato le vendite dei quotidiani al punto più baso degli ultimi 60 anni. Lo segnala Alan Mutter sul blog Riflessioni di un Newsosauro, a proposito dell’ ulteriore calo - meno 3.5% - registrato negli ultimi sei mesi da parte dei maggiori 20 giornali Usa. Secondo i dati diffusi dalla Newspaper Association of America quest’ anno la diffusione non sarà superiore ai 50 milioni di copie: il punto più basso a partire dal 1946, quando complessivamente i quotidiani Usa vendevano 50,9 milioni di copie.

Ma, osserva Mutter, mentre la diffusione è crollata al livello del pre-BabyBoom, la popolazione del paese è più che raddoppiata dal 1946. Quindi, dividendo la popolazione per la diffusione si avrà che appena 18 americani su