Le segnalazioni da Lsdi

 

24 agosto

La fine dei quotidiani di carta
Per Clay Shirky, esperto di media e innovazione, negli Stati Uniti ci siamo, più o meno: per concrete ragioni di business che valgono anche da noi
 
Il sogno dell’ “Amazon Post”
La corsa per creare il brand di testata globale è partita. Il progetto è nella testa di Jeff Bezos ed è uno dei motivi che lo hanno spinto a comprare il Washington Post. O almeno questa è l’ipotesi di due autorevoli osservatori. In corsa anche The Guardian, qualche all digital e il New York Times. Che sconta qualche ritardo.
 
Grasswire: la crowd verifica i contenuti
Per l’Osservatorio Europeo di Giornalismo, Federico Guerrini ha intervistato Austen Allred, fondatore di Grasswire, servizio che cerca di migliorare il fact-checking dei contenuti generati dagli utenti sui social network, attraverso il ricorso al crowdsourcing. Un’idea potenzialemente molto interessante. (lsdi ne ha parlato qui)
 
Henri Cartier-Bresson, il pioniere del foto giornalismo definito ”l’occhio del secolo”
Il mondo della fotografia celebra la nascita di Henri Cartier-Bresson, il pioniere del foto giornalismo considerato dal mondo interno ”l’occhio del secolo”. Nasceva il 22 agosto del 1908 in Francia.
 
Si scrive YouTubers, si legge milionari
Ragazzi che si riprendono con una videocamera. Poi caricano i loro video su Internet. E guadagnano (tanto) con la pubblicità. Ecco chi sono e come fanno
 
Il mea culpa dell’inventore dei pop-up
Ethan Zuckerman è il creatore delle invadenti pubblicità che infestano i nostri browser
 
Editoria, da Caltagirone a Monti corsa ai fondi pubblici. Fnsi: “Assalto a diligenza”
A fine anno arriveranno parte dei 25 milioni stanziati dal governo e molti editori si affrettano ad annunciare nuovi stati di crisi, anche se ne hanno altri in corso. L’immobiliarista romano annuncia 27 uscite dal Gazzettino di Venezia dopo i 36 prepensionamenti del Messaggero. Il patron del Quotidiano nazionale ne ipotizza altri 30. Siddi: “Richieste vanno verificate”
 
I 20 anni del Premio Ilaria Alpi
Le date, gli eventi e le novità del concorso giornalistico organizzato in memoria della cronista Rai, uccisa a Mogadiscio nel 1994.
 
Pubblicità mobile, sorpasso storico: Google batte Apple
Smartphone e tablet che girano Android conquistano la fetta più grossa del mercato advertising. Il sistema iOs mantiene il primato sulle revenue. Ma ancora per quanto?
 
Pubblicità on line: Amazon sfida Google
Amazon entra direttamente nella gestione del ricco business della pubblicità on lineDescrizione: http://cdncache-a.akamaihd.net/items/it/img/arrow-10×10.png con un proprio sistema software che sfiderà quello di Google composto dal tandem Adwords-Adsense.
 
Google Search e Youtube ora permettono la pubblicità mirata per le app
Google sta iniziato il rollout di una nuova funzionalità per AdWords, la quale permette di pubblicizzare le proprie applicazioni (ovviamente il servizio non è gratuito) direttamente a un pubblico mirato e che ancora non fa uso dell’app in questione, in modo da espandere il proprio bacino di utenti, senza risultare invasiva per chi è già utente.
 
Donne e pubblicità: uno sguardo al passato
Repubblica ha raccolto cartelloni e pubblicità dal 1890 alla fine degli Anni 50 con le donne protagoniste. Un viaggio nel tempo che ci permette di vedere com’è cambiata l’immagine delle donne nella pubblicità. Con una scoperta: agli inizia del 900 la donna era spesso mostrata in modo più positivo e moderno di tanti spot dei giorni nostri…
 
Twitter, pubblicità agli hashtag
Twitter sperimenta una funzione pubblicitaria. Che stia diventando troppo invasivo?
 
Snapchat: il nuovo servizio Discovery dovrebbe integrare pubblicità e notizie a tempo
Da novembre potrebbe venire lanciato Snapchat Discovery, un nuovo servizio che oltre ad offrire messaggi, permetterebbe agli utenti di ricevere video pubblicitari e notizie a tempo.
 
 

Print Friendly, PDF & Email