Chi siamo

Lsdi e i ‘giornalismi possibili’

Lsdi – Libertà di stampa, diritto all’ informazione – è un gruppo di lavoro nato dall’iniziativa di alcuni amici impegnati a vario titolo nel mondo dell’informazione e, in parte, nella Fnsi (Federazione nazionale della stampa, il sindacato unitario dei giornalisti italiani). Obiettivo è far confluire in un unico “spazio” varie esperienze di riflessione, analisi e dibattito sui temi dell’informazione onde costituire un laboratorio di senso della professione giornalistica nel mondo contemporaneo e cercare di dare corpo all’utopia del buon giornalismo.

Un’ attenzione particolare viene rivolta al mondo del giornalismo dal basso, alla fine del Giornalismo e alla nascita dei ‘’giornalismi’’, al plurale e in minuscolo. Con la consapevolezza che lo sviluppo delle nuove modalità del fare informazione – quelli che possiamo chiamare, appunto, i giornalismi possibili – va molto al di là del solo aspetto professionale o industriale. Si tratta di capire quale peso avranno tali modalità sulla cultura di base della società e quali trasformazioni indurranno nella struttura del mondo contemporaneo.

Dove, comunque, il peso dell’ industria giornalistica e dei media tradizionali è ancora molto rilevante e continua a determinare vistosamente il quadro dei rapporti di forza. Imponendo ai protagonisti tradizionali del giornalismo organizzato – incusa la Federazione nazionale della stampa, di cui Lsdi è in parte un’espressione – di rafforzare le proprie strategie di rappresentanza e di egemonia ‘’politica’’ (il buon giornalismo come canale fondamentale del discorso pubblico).

Questa nuova versione del sito (gennaio 2008) nasce dalla fusione fra il precedente – che ha lavorato soprattutto nel campo della documentazione e dell’ approfondimento – e l’annesso blog “giornalismi possibili”, includendo anche strumenti immediati di azione collaborativa e di convers-azione sull’intero ventaglio dei temi affrontati.

Print Friendly, PDF & Email